laRegione
Nuovo abbonamento
la-scienza-mondiale-boccia-il-vaccino-russo
ULTIME NOTIZIE Estero
Confine
8 ore

Porto Ceresio perde sindaca e consiglio comunale

Jenny Santi, in carica dal 2016, è stata sfiduciata. Consiglieri comunali dimissionari e comune commissariato
Estero
10 ore

Trump e Biden, un duello più che un dibattito

Al loro primo confronto televisivo, i due candidati alla presidenza Usa tra offese reciproche e una grande confusione
Estero
17 ore

Disney licenzia altri 28mila dipendenti a causa del covid-19

Il 67 per cento dei tagli riguarderà i lavoratori statunitensi a tempo parziale. I tagli annunciati in settembre seguono quelli (globali) di aprile 2020
Estero
18 ore

Usa, il duello tv fra Trump è Biden sarà blindato

A poche ore dal dibattito, le strade di Cleveland sono pattugliate e recintata la zona. Nel frattempo, gli staff dei contendenti si lanciano accuse a vicenda
Estero
19 ore

Usa, Trump invia al Senato la nomina di Barrett alla Corte suprema

La giudice sembra possa raccogliere consenso dai senatori del Gran Old Party. I democratici invece non si incontreranno per la vicinanza con le elezioni
Estero
19 ore

I Comuni approvano la legge anti-Ue

Via libera definitivo al testo che consente al governo britannico di violare gli impegni presi con Bruxelles sulla Brexit
Estero
20 ore

Virus, la mortalità in Israele supera gli Usa

Nel Regno Unito il picco di contagio da marzo: oltre settemila nuovi contagi
Estero
21 ore

Condannato lo 'storico del gulag'

Un tribunale russo infligge tredici anni a Yuri Dmitriev, responsabile di 'Memorial' per 'abusi su minore'
Estero
21 ore

La Turchia ha fretta di combattere nel Nagorno-Karabakh

Mosca sollecita Armenia e Azerbaigian a negoziare, mentre Ankara è "pronta ad aiutare Baku a riprendersi le sue terre occupate"
Estero
12.08.2020 - 21:260

La scienza mondiale boccia il vaccino russo

L'anti-Covid 'Sputnik V' non convince: 'registrazione del vaccino senza completare le fasi di sperimentazione, avventata e basata su pochi dati'

La comunità scientifica è unanime: la registrazione russa del vaccino anti-Covid Sputnik V, arrivata senza completare tutte le fasi di sperimentazione, è avventata e basata su pochi dati. Dubbi che il ministro della Salute russo, Mikhail Murashko, definisce infondati. Intanto il presidente americano Donald Trump rilancia il made in Usa, annunciando un accordo con Moderna per 100 milioni di dosi di vaccino.

Chi sarà a vincere quella che sembra una corsa sempre più politica e meno scientifica, ancora non si sa. Il Robert Koch Institut tedesco, in un documento uscito oggi in rete, e poi ritirato poche ore più tardi perchè "finito per sbaglio sul web" affermava che il vaccino contro il Coronavirus potrebbe essere disponibile già in autunno. Per il ministero della Salute tedesco la questione non può essere chi arriverà prima a distribuire i vaccini, mentre fondamentale è la sicurezza dei farmaci.

La Russia, con l'annuncio fatto da Vladimir Putin, è la prima a registrare il vaccino contro il nuovo coronavirus, saltando però alcune tappe. Non ha infatti ancora completato la fase 3, quella con cui il vaccino viene testato su un vasto numero di persone per verificarne tossicità ed efficacia. Dovrebbe partire il 12 agosto su 2000 persone tra Russia, Emirati Arabi, Arabia Saudita, Brasile e Messico, mentre la produzione di massa del vaccino dovrebbe iniziare a settembre. Finora è stato provato solo su 76 volontari, ma i risultati di questa sperimentazione non sono stati pubblicati.

Per François Balloux, dello University College di Londra, "è una decisione avventata e incosciente. Fare vaccinazioni di massa con un vaccino non testato adeguatamente non è etico". L'immunologo Danny Altmann, dell'Imperial College di Londra, teme che il vaccino possa causare una malattia più "grave, cosa che accade quando gli anticorpi generati dal vaccino entrano nelle cellule, dopo l'esposizione al virus". Come rileva Carlo Federico Perno, virologo e direttore dell'unità di Microbiologia dell'ospedale Bambino Gesù di Roma, "in questo caso non abbiamo niente in mano, nessuna evidenza di efficacia e mancata tossicità".

Critici anche diversi ricercatori russi. Svetlana Zavidova, capo dell'Associazione delle organizzazioni per gli studi clinici in Russia, ha definito "ridicolo dare l'autorizzazione sulla base di questi dati. Senza la fase 3, non sarà chiaro se il vaccino previene o meno il Covid-19 e se causa effetti collaterali, per le lacune nel sistema di monitoraggio russo sugli effetti dei farmaci, che non è il migliore". Inoltre, come rileva Alexey Chumakov, ricercatore dell'omonimo istituto di Mosca, "il ministro della Salute non cerca i suggerimenti della comunità scientifica come l'Fda".

Tutti dubbi che Murashko ha definito come "assolutamente infondati. Sembra che i colleghi stranieri stiano sentendo lo specifico vantaggio competitivo del ritrovato russo e stiano cercando di esprimere certe opinioni assolutamente infondate".

Gli Stati Uniti intanto, altro concorrente in gara, hanno raggiunto un accordo di 1,5 miliardi di dollari con Moderna per 100 milioni di dosi di vaccino contro il coronavirus, che prevede l'opzione per gli Stati Uniti di acquistare ulteriori 400 milioni di dosi.

© Regiopress, All rights reserved