covid-gli-esperti-preoccupati-dal-vaccino-russo-e-avventato
Putin durante l'annuncio (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
3 ore

Usa, la Fda autorizza la terza dose Pfizer da 65 anni in su

L’agenzia statunitense di controllo dei farmaci ha dato il via libera seguendo le raccomandazioni di esperti indipendenti
coronavirus
12 ore

L’Italia vota il green pass, ma mezza Lega si sfila

Salvini giustifica i malpancisti. Ci saranno sanzioni per i deputati che vorranno entrare in Parlamento senza pass
Estero
12 ore

Trump fa causa alla nipote Mary: vuole 100 milioni

L’azione legale include anche il New York Times e tre dei suoi giornalisti, secondo l’ex presidente avrebbero ordito un complotto contro di lui
Estero
12 ore

Avanza la lava alle Canarie, si temono i gas tossici

Fallita la deviazione della colata a La Palma, la nube secondo gli esperti può estendersi fino nel Mediterraneo
coronavirus
12 ore

Gli Usa: ‘500 milioni di dosi per i Paesi poveri’

Accordo raggiunto tra Washington e Pfizer: Biden vuole vaccinare almeno il 70% del pianeta entro un anno
Estero
12 ore

Biden cerca di ricucire con Macron, ma Johnson strappa

Dopo il caso dei sottomarini, Washington tenta di riavvicinarsi a Parigi, ma il premier inglese incalza l’Eliseo: ‘Smettetela un po’’
italia
12 ore

Strage di Bologna: due testimoni svizzere

Le donne entrambe in videocollegamento hanno risposto a domande sui conti di Licio Gelli
germania
13 ore

Ragazzo di 20 anni ucciso da un no mask

Il giovane cassiere aveva chiesto a un cliente di mettersi la mascherina dentro una stazione di servizio: l’uomo è tornato a casa, ha preso la pistola e gli ha sparato
germania
13 ore

Berlino taglia gli stipendi ai no vax in quarantena

"Perché devono pagare tutti per chi non vuole vaccinarsi?”
Estero
12.08.2020 - 12:140

Covid, gli esperti preoccupati dal vaccino russo: 'È avventato'

Mancherebbero dati su larga scala: 'Se non testato correttamente, rischia di generare malattie gravi'

Avventata, sconsiderata e basata su pochi dati: così esperti e ricercatori di tutto il mondo, intervistati dalla rivista "Nature", valutano la registrazione del vaccino russo anti-Covid annunciata ieri dal premier Vladimir Putin. Preoccupa soprattutto la sicurezza poiché non c'è stata una sperimentazione su larga scala.

'Decisione incosciente e contraria all'etica'

Per François Balloux, dello University College di Londra, "è una decisione avventata e incosciente. Fare vaccinazioni di massa con un vaccino non testato adeguatamente non è etico", afferma, mentre per Svetlana Zavidova, capo dell'Associazione delle organizzazioni per gli studi clinici in Russia, è "ridicolo dare l'autorizzazione sulla base di questi dati".

Secondo gli esperti sentiti da "Nature", inoltre, questa eccessiva fretta della Russia nel registrare il vaccino potrebbe minare gli sforzi globali nello sviluppo di un vaccino di qualità e la fiducia della gente. "Qualsiasi problema nella campagna vaccinale russa potrebbe essere disastroso per i suoi effetti negativi sulla salute, e nell'accettazione generale della popolazione dei vaccini", rileva Balloux.

Come ha spiegato ieri Putin, l'approvazione al vaccino è stata data anche se non è stata completata la fase 3 di sperimentazione, in cui normalmente si testa il farmaco o vaccino su migliaia di persone per verificarne sicurezza ed effetti collaterali. Il vaccino russo è stato provato solo su 76 volontari, ma i risultati di questa sperimentazione non sono stati pubblicati. Secondo il certificato di registrazione, tutti i 38 partecipanti che hanno ricevuto una o due dosi di vaccino hanno prodotto anticorpi contro la proteina Spike, che permette al nuovo coronavirus di infettare le cellule umane.

'Il problema non è produrre un vaccino, ma renderlo sicuro'

Per Peter Hotez, del Baylor College di Houston, il vaccino russo "indurrà una discreta risposta immunitaria. A livello tecnico non è molto complicato sviluppare un vaccino. La parte difficile è produrlo secondo i criteri di qualità e assicurare che sia sicuro e funzioni anche su una sperimentazione più vasta".

'Si rischia una malattia più grave'

Anche l'immunologo Danny Altmann, dell'Imperial College di Londra, conferma di "non aver trovato alcun dettaglio pubblicato del protocollo vaccinale", e teme che il vaccino possa causare una malattia più "grave, cosa che accade quando gli anticorpi generati dal vaccino entrano nelle cellule, dopo l'esposizione al virus".

Inoltre, secondo la Zavidova, "senza il completamento della fase 3 non sarà chiaro se il vaccino previene o meno il Covid-19 e se causa effetti collaterali, per le lacune nel sistema di monitoraggio russo sugli effetti dei farmaci, che non è il migliore".

Secondo l'agenzia di stampa russa Tass, il vaccino potrebbe completare la fase 3 negli Emirati Arabi, in Arabia Saudita e in altri paesi.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved