trump-lo-ritiene-terrorismo-e-minaccia-di-usare-l-esercito
Un gesto, per molti una provocazione (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Video
Estero
17 min

Mamma squalo e i suoi piccoli appena nati salvati sulla spiaggia

Una verdesca che aveva appena partorito 9 piccoli sulla spiaggia di Sciacca, in Sicilia, salvata dalla Guardia Costiera avvisata da quattro donne
coronavirus
1 ora

Da febbraio vaccinati e guariti in Italia senza il test

Ritorna in vigore il green pass con la regola 3G. La decisione del ministro della Salute dopo le pressioni di Regioni e operatori turistici
giornata della memoria
4 ore

Babij Jar, la Shoah a colpi di fucile

Il massacro dimenticato alle porte di Kiev, dove morirono oltre 33mila ebrei, simbolo di eventi sepolti dalla storia
italia
12 ore

Azienda cerca receptionist: ‘Massimo 30 anni e foto in costume’

La richiesta di una ditta napoletana. L’assessore comunale al lavoro: ‘Fatto scandaloso, bisogna fare ancora tanto per le donne’
Estero
12 ore

Il Papa ai genitori: ‘Non condannate i figli gay’

Associazioni Lgbt tiepide:, ‘Discorso ambiguo, dove ci accosta ai malati’
italia
12 ore

Quirinale, il favorito ora è Casini

Stop a Casellati, nome proposto da Salvini. Malumori in Fdi e M5S. In vista della quarta votazione resta ancora sullo sfondo l’opzione Draghi
caso ucraina
12 ore

Usa e Nato offrono ‘una via diplomatica’ alla Russia

Ma il segretario dell’Alleanza atlantica Stoltenberg è fermo: ‘Non tradiremo i nostri principi’. Lavrov: ‘Dall’Occidente solo dichiarazioni isteriche’
italia
13 ore

Stermina la famiglia del fratello per un campo di carciofi

La strage a Licata, in Sicilia. Uccide fratello, cognata e i due nipoti di 11 e 15 anni e poi si suicida
Estero
13 ore

Nel mirino di Mosca anche il fratello di Navalny

Scattato l‘ordine di arresto per Oleg: ’Ha manifestato per Alexei’
Estero
13 ore

Morto Esrail, lo Schindler turco

Aiutò gli ebrei a evitare il lager preparando documenti falsi. Dopo aver aderito alla Resistenza francese fu deportato ad Auschwitz
02.06.2020 - 07:230
Aggiornamento : 08:09

Trump lo ritiene terrorismo e minaccia di usare l'esercito

Il presidente invoca l'Insurrection Act del 1807 che gli dà il potere di dispiegare militari sul territorio Usa.

Sono tra le immagini più drammatiche della storia recente degli Stati Uniti: il presidente che dal Rose Garden di una Casa Bianca blindata dai militari e assediata dai manifestanti definisce "atto di terrorismo interno" le proteste violente esplose in tutto il Paese dopo la morte di George Floyd, l'afroamericano ucciso a Minneapolis per mano della polizia. E pur di porre fine ai disordini Donald Trump minaccia di mobilitare l'esercito contro cittadini americani, invocando l'Insurrection Act del 1807 che dà a un presidente il potere di dispiegare militari all'interno del territorio degli Stati Uniti.

Lacrimogeni sulla protesta pacifica: voleva andare in chiesa

"Io sono il presidente dell'ordine e della legalità", ha scandito il tycoon, mentre in sottofondo si udiva l'eco degli spari dei gas lacrimogeni lanciati dalla polizia militare contro i manifestanti che, sfidando il coprifuoco, stavano però protestando pacificamente. "Il presidente ha il diritto di difendere il suo Paese e di proteggere la sua nazione. Non possiamo permettere che le proteste pacifiche vengano manipolate da anarchici di professione e gruppi antifascisti", ha affermato Trump. Solo poco più tardi si è capito il perché di una carica delle forze dell'ordine apparsa senza senso, usando anche proiettili di gomma e agenti a cavallo contro manifestanti fino ad allora innocui: finito di parlare alla nazione il presidente è voluto uscire a piedi dalla Casa Bianca per dirigersi verso la vicina St. John Episcopal Church. Dunque, l'area doveva essere sgomberata.

Ennesima provocazione

Giunto davanti alla chiesa Trump si è fermato, si è girato verso telecamere e fotografi e, alzando un braccio, ha sventolato la copia di una Bibbia: "L'America sta tornando grande", ha detto, prima di tornare sui suoi passi. Con lui, oltre a un foltissimo e preoccupatissimo gruppo di agenti del Secret Service, il capo del Pentagono Mark Esper, il ministro della giustizia Williamn Barr, la figlia Ivanka (l'unica con la mascherina) e il genero Jared Kushner. Ma non la first lady Melania. Quella andata in scena per molti commentatori è l'ennesima provocazione del tycoon . Di certo, la volontà di mostrare che lui, il Commander in Chief, non ha paura di niente e di nessuno. Perché la storia del presidente costretto venerdì sera a rifugiarsi nel bunker della Casa Bianca con moglie e figlio non gli è andata giù. È una vicenda che lo ha mandato su tutte le furie.

Settima serata consecutiva di proteste: 2 morti a Chicago

Intanto, sfidando il coprifuoco, le proteste sono andate avanti per la settima serata consecutiva in varie città. Due persone sono rimaste uccise durante i disordini a margine delle manifestazioni contro la violenza razzista della polizia a Chicago. Ancora non chiara la dinamica dell'episodio. Oltre 60 gli arresti. Alta tensione anche a Washington, dove nonostante il coprifuoco scattato da ore, centinaia di manifestanti hanno continuato a dimostrare circondati dalla polizia e colpiti con spray urticanti. In azione anche elicotteri militari. Decine gli arresti. Proteste e disordini sono in corso anche a New York, dove si registrano ancora episodi di vandalismo e saccheggi, a Dallas, ad Atlanta, a Los Angeles. A Buffalo, nello stato di New York, un'auto si è lanciata contro un gruppo di agenti provocando alcuni feriti. Ad Oakland, in California, arresti in massa dopo lo scattare del coprifuoco. Intanto il capo della polizia di Louisville, in Kentucky, è stato licenziato dopo che alcuni agenti hanno aperto domenica il fuoco contro i manifestanti uccidendo un afroamericano. 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved