Migliaia di persone in piazza
Estero
24.02.2020 - 16:360

Cile, proteste violente a Vina del Mar

il bilancio conclusivo della domenica violenta è stato di 24 detenuti, 29 agenti di polizia feriti e almeno nove negozi saccheggiati

Saccheggi, attacchi vandalici, veicoli danneggiati, evacuazione dell'emblematico Hotel O'Higgins: è questo il bilancio del primo giorno del Festival internazionale della canzone di Vina del Mar, in Cile, il cui inizio ieri è stato funestato da proteste e violenza che hanno portato anche alla sospensione dell’apertura dell’evento. Secondo il bilancio del ministero degli Interni riportato dai media cileni, il bilancio conclusivo della domenica violenta è stato di 24 detenuti, 29 agenti di polizia feriti e almeno nove negozi saccheggiati.

Sospeso il festival a causa dei disordini
Gli incidenti sono iniziati nel pomeriggio e sono riusciti a colpire il programma dell'evento, che ha dovuto sospendere la sua apertura e le competizioni internazionali rimandandole a oggi, nonostante la presentazione di successo del portoricano Ricky Martín e anche del comico cileno Stefan Kramer. Gli eventi sono iniziati ieri intorno alle 17 locali, momento in cui sono stati registrati grandi concentrazioni a Plaza Sucre e in altre vie della città. Inizialmente i carabinieri hanno riferito che circa 300 manifestanti si trovavano nelle vicinanze di Plaza Sucre, tuttavia il numero è aumentato considerevolmente con il passare dei minuti.

L'attacco contro l'hotel O’Higgins
Uno dei momenti più difficili della giornata è stato l'attacco di manifestanti a volto coperto contro l'hotel O’Higgins, durante il quale sono state lanciate pietre contro le finestre dell’edificio ed è stata ribaltata di fronte all’ingresso un’automobile che poi è andata a fuoco. Dopo l'attacco all'hotel, un gruppo di uomini incappucciati ha vandalizzato l'edificio del Comune di Vina del Mar, e altri manifestanti hanno danneggiato diversi locali commerciali e una filiale della Banca del Cile. Nonostante le violenze, il governatore della regione di Valparaiso, Jorge Martínez, ha sottolineato durante la prima serata del festival che "non ci sono riusciti, il festival si è tenuto, sono entrate 15 mila persone, molte persone nel mondo si stanno divertendo", e ha sottolineato che la sicurezza sarà aumentata per le rimanenti serate del festival.

© Regiopress, All rights reserved