Greta o non Greta? That's the question
Estero
20.11.2019 - 17:170
Aggiornamento : 18:23

La sosia di Greta Thunberg in una foto del 1898

Si scatenano le teorie più assurde, tra chi parla di reincarnazione e complottisti. Ma la fonte è sicura: si tratta dell'Università di Washington

Una fotografia emersa dagli archivi dell'Università di Washington sta infiammando il variegato mondo dei complottisti, stimolando le teorie più assurde su Greta Thunberg. In un'immagine risalente al 1898, dove appaiono alcuni bambini che partecipano alla corsa all'oro nel Klondike (Canada), una di loro ha una somiglianza straordinaria con la 16enne svedese che ispira la campagna globale contro i cambiamenti climatici.

Non sarebbe un falso

La curiosa scoperta viene raccontata dalla stampa americana e britannica e ha immediatamente scatenato le reazioni in rete, tra il serio ed il faceto: c'è chi ovviamente parla di un fotomontaggio nella migliore tradizione delle fake news che girano su internet, chi parla di reincarnazione e chi spiega che Greta è evidentemente in grado di viaggiare nel tempo ed è venuta ai giorni nostri "per salvarci" dalla catastrofe climatica, come ha scritto più di un utente di Twitter. Quest'ultima sembra essere la 'teoria' dominante, mentre l'eventualità che sia un falso sembra improbabile, visto che l'università l'ha messa sul proprio sito.

Parola di accademico

La foto in cui appare una bambina molto somigliante a Greta Thunberg "è autentica, è del 1898, il fotografo è Eric A. Hegg, e l'originale (che è stato digitalizzato) è conservato negli archivi della University of Washington, dove insegno". Lo dice all'agenzia Anss, fugando ogni ipotesi che la fotografia di 'Greta' sia un fotomontaggio, Ruggero Taradel. La foto si intitola 'Three children operating a rocker in a Gold Mine on Dominion Creek, Yukon Territory', precisa il direttore dei programmi di Studio all'estero di Comparative History of Ideas dell'Università di Washington di Seattle.

Molti svedesi nella corsa all'oro

"C'erano molti scandinavi nello Yukon e nel Klondike - spiega Taradel - ma il punto decisivo è il fotografo che prese lo scatto in questione che era Eric A. Hegg, svedese. Partecipò egli stesso alla corsa all'oro con molti altri svedesi e le sue foto ritraggono di solito proprio membri di questo gruppo etnico e/o nazionale. Quindi la foto ritrae quasi certamente dei ragazzi o svedesi o di origine svedese. Gruppi nazionali che all'epoca erano geneticamente piuttosto omogenei. Non è quindi così strano che una ragazza dell'epoca potesse assomigliare parecchio a Greta Thunberg".

Greta intanto è in barca a vela

Finora nessun commento da Greta, che la scorsa settimana ha ottenuto un passaggio ad emissioni zero su una barca a vela, La Vagabonde, che la sta riportando dagli Usa alla Spagna, dove conta di arrivare a Madrid in tempo per la conferenza sul clima Cop25, che inizia il 2 dicembre.

Tags
greta thunberg
thunberg
greta
università
complottisti
reincarnazione
teorie
washington
© Regiopress, All rights reserved