Chiasso
0
Grasshopper
0
1. tempo
(0-0)
SC Kriens
Wil
17:30
 
Ticino Rockets
0
La Chaux de Fonds
7
2. tempo
(0-3 : 0-4)
GCK Lions
0
Turgovia
1
1. tempo
(0-1)
Langenthal
Visp
17:30
 
Olten
Zugo Academy
17:30
 
Sierre
Winterthur
18:00
 
Chiasso
CHALLENGE LEAGUE
0 - 0
1. tempo
0-0
Grasshopper
0-0
Ultimo aggiornamento: 07.12.2019 17:09
SC Kriens
CHALLENGE LEAGUE
0 - 0
17:30
Wil
Ultimo aggiornamento: 07.12.2019 17:09
Ticino Rockets
LNB
0 - 7
2. tempo
0-3
0-4
La Chaux de Fonds
0-3
0-4
 
 
5'
0-1 HASANI
 
 
7'
0-2 HOFMANN
 
 
16'
0-3 HOLDENER
 
 
22'
0-4 COFFMAN
 
 
23'
0-5 BOGDANOFF
 
 
24'
0-6 GREZET
 
 
32'
0-7 DUBOIS
HASANI 0-1 5'
HOFMANN 0-2 7'
HOLDENER 0-3 16'
COFFMAN 0-4 22'
BOGDANOFF 0-5 23'
GREZET 0-6 24'
DUBOIS 0-7 32'
Ultimo aggiornamento: 07.12.2019 17:09
GCK Lions
LNB
0 - 1
1. tempo
0-1
Turgovia
0-1
 
 
2'
0-1 COLLENBERG
COLLENBERG 0-1 2'
Ultimo aggiornamento: 07.12.2019 17:09
Langenthal
LNB
0 - 0
17:30
Visp
Ultimo aggiornamento: 07.12.2019 17:09
Olten
LNB
0 - 0
17:30
Zugo Academy
Ultimo aggiornamento: 07.12.2019 17:09
Sierre
LNB
0 - 0
18:00
Winterthur
Ultimo aggiornamento: 07.12.2019 17:09
Foto Keystone
Estero
15.09.2019 - 23:030

A sorpesa la Tunisia premia gli outsider

Secondo i primi exit poll relativi alle elezioni presidenziali nel Paese nordafricano, sarebbe in testa il giurista indipendente Kais Saied, col 19,5%

A sorpresa, Kais Saied sarebbe il candidato meglio piazzato nel primo turno delle elezioni presidenziali svoltesi oggi in Tunisia, disertate da almeno il 60% degli aventi diritto, un primato negativo per il Paese. Secondo i primi exit poll della società Sigma Conseil, il giurista indipendente Kais Saied avrebbe ottenuto il 19,5% dei voti, seguito dal magnate televisivo Nabil Karoui (attualmente in carcere) con il 15,5%. I due andrebbero al ballottaggio.
Al terzo posto il candidato del partito islamico Ennahda Abdelfattah Mourou con l’11%, seguito dal ministro della Difesa dimissionario Abdelkarim Zbidi con il 9,4%, il premier uscente Youssef Chahed con il 7,5% e il giornalista e scrittore Safi Said con il 7,4%.
Di fatto, una chiara sconfitta dei partiti tradizionali e la vittoria degli indipendenti, riusciti ad intercettare il malcontento generato da una gravissima crisi economica e sociale, profittando del vuoto lasciato dalla famiglia centrista, dalla sinistra e dagli islamisti.
Di fronte ad un’offerta politica estesissima (24 i candidati), e scomparsa la marcata contrapposizione tra campo islamista e progressista, l’elettorato ha premiato dunque i movimenti populisti, o quantomeno i candidati che sono riusciti a cavalcare un contatto diretto con i cittadini.
A ciò si aggiunge il crollo del tasso di partecipazione alle urne che testimonia il rapido distacco dei cittadini dalla politica nell’arco di soli otto anni dalla cacciata di Ben Alì.
Il disincanto e le promesse non mantenute dalla rivoluzione del 2011 hanno fatto sì che gran parte dei giovani senza lavoro non si sia recata alle urne. Il numero esorbitante di candidati potrebbe inoltre aver contribuito al disorientamento degli elettori.

Potrebbe interessarti anche
Tags
tunisia
kais saied
saied
kais
primi exit poll
indipendente kais
giurista indipendente kais
indipendente kais saied
giurista indipendente
poll
© Regiopress, All rights reserved