Benfica
1
Rb Leipzig
2
fine
(0-0)
Ajax
3
Lille
0
fine
(1-0)
Napoli
2
Liverpool
0
2. tempo
(0-0)
Red Bull Salzburg
6
Genk
2
2. tempo
(5-1)
Borussia Dortmund
0
Barcelona
0
2. tempo
(0-0)
Chelsea
0
Valencia
1
2. tempo
(0-0)
Bienne
0
Lakers
1
fine
(0-0 : 0-0 : 0-0 : 0-1)
Ginevra
3
Zurigo
0
fine
(0-0 : 1-0 : 2-0)
Langnau
3
Friborgo
2
fine
(1-2 : 1-0 : 1-0)
Zugo
5
Losanna
6
fine
(1-4 : 2-1 : 2-1)
Olten
7
GCK Lions
1
fine
(4-0 : 1-1 : 2-0)
Ajoie
8
Zugo Academy
3
fine
(2-2 : 3-1 : 3-0)
Langenthal
1
Kloten
3
fine
(0-1 : 1-0 : 0-2)
Ticino Rockets
7
La Chaux de Fonds
3
fine
(1-0 : 3-3 : 3-0)
Winterthur
3
Turgovia
0
fine
(0-0 : 0-0 : 3-0)
Benfica
CHAMPIONS UEFA
1 - 2
fine
0-0
Rb Leipzig
0-0
 
 
57'
POULSEN YUSSUF
JOTA FILIPE
62'
 
 
 
 
69'
0-1 WERNER TIMO
 
 
70'
HAIDARA AMADOU
 
 
78'
0-2 WERNER TIMO
1-2 SEFEROVIC HARIS
84'
 
 
POULSEN YUSSUF 57'
62' JOTA FILIPE
WERNER TIMO 0-1 69'
HAIDARA AMADOU 70'
WERNER TIMO 0-2 78'
84' 1-2 SEFEROVIC HARIS
Venue: Estadio do Sport Lisboa e Benfica.
Turf: Natural.
Capacity: 65,200.
Referee: Tasos Sidiropoulos (GRE).
Assistant referees: Polychronis Kostaras (GRE), Lazaros Dimitriadis (GRE).
Fourth official: Ioannis Papadopoulos (GRE).
Video Assistant Referee: Massimiliano Irrati (ITA).
Assistant Video Assistant Referee: Marco Di Bello (ITA).
Sidelined Players: BENFICA - Gabriel, Carlos Vinu00edcius, Chiquinho, Ebuehi, Gedson Fernandes, Florentino, Conti (Injured).
RB LEIPZIG - Wolf (Injured).
Ultimo aggiornamento: 17.09.2019 22:53
Ajax
CHAMPIONS UEFA
3 - 0
fine
1-0
Lille
1-0
1-0 PROMES QUINCY
18'
 
 
ONANA ANDRE
39'
 
 
 
 
39'
SANCHES RENATO
2-0 ALVAREZ EDSON
50'
 
 
3-0 TAGLIAFICO NICOLAS
62'
 
 
18' 1-0 PROMES QUINCY
39' ONANA ANDRE
SANCHES RENATO 39'
50' 2-0 ALVAREZ EDSON
62' 3-0 TAGLIAFICO NICOLAS
Venue: Johan Cruyff Arena.
Turf: Natural.
Capacity: 54,990.
Referee: Srdjan Jovanovic (SRB).
Assistant referees: Urou009a Stojkovic SRB), Milan Mihajlovic (SRB).
Fourth official: Novak Simovic (SRB).
Video Assistant Referee: Christian Dingert (GER).
Assistant Video Assistant Referee: Tobias Welz (GER).
Sidelined Players: AJAX - Van de Beek, Bande (Injured).
LILLE - Weah, Xeka (Injured).
Ultimo aggiornamento: 17.09.2019 22:53
Napoli
CHAMPIONS UEFA
2 - 0
2. tempo
0-0
Liverpool
0-0
 
 
57'
ROBERTSON ANDREW
 
 
61'
MILNER JAMES
1-0 MERTENS DRIES
82'
 
 
2-0 LLORENTE FERNANDO
90'
 
 
LLORENTE FERNANDO
90'
 
 
ROBERTSON ANDREW 57'
MILNER JAMES 61'
82' 1-0 MERTENS DRIES
90' 2-0 LLORENTE FERNANDO
90' LLORENTE FERNANDO
Venue: Stadio San Paolo.
Turf: Natural.
Capacity: 60,240.
Referee: Felix Brych (GER).
Assistant referees: Mark Borsch (GER), Stefan Lupp (GER).
Fourth official: Martin Petersen (GER).
Video Assistant Referee: Bastian Dankert (GER).
Assistant Video Assistant Referee: Marco Fritz (GER).
Sidelined Players: NAPOLI - Milik (Injured).
LIVERPOOL - Alisson Becker, Keita (Injured).
Ultimo aggiornamento: 17.09.2019 22:53
Red Bull Salzburg
CHAMPIONS UEFA
6 - 2
2. tempo
5-1
Genk
5-1
1-0 HAALAND ERLING
2'
 
 
2-0 HAALAND ERLING
34'
 
 
3-0 HWANG HEE-CHAN
36'
 
 
 
 
40'
3-1 LUCUMI JHON
4-1 HAALAND ERLING
45'
 
 
5-1 SZOBOSZLAI DOMINIK
45'
 
 
KRISTENSEN RASMUS
47'
 
 
BERNEDE ANTOINE
50'
 
 
 
 
52'
5-2 SAMATTA MBWANA
 
 
58'
BONGONDA THEO
SZOBOSZLAI DOMINIK
62'
 
 
6-2 ULMER ANDREAS
66'
 
 
 
 
83'
SAMATTA MBWANA
2' 1-0 HAALAND ERLING
34' 2-0 HAALAND ERLING
36' 3-0 HWANG HEE-CHAN
LUCUMI JHON 3-1 40'
45' 4-1 HAALAND ERLING
45' 5-1 SZOBOSZLAI DOMINIK
47' KRISTENSEN RASMUS
50' BERNEDE ANTOINE
SAMATTA MBWANA 5-2 52'
BONGONDA THEO 58'
62' SZOBOSZLAI DOMINIK
66' 6-2 ULMER ANDREAS
SAMATTA MBWANA 83'
Venue: Red Bull Arena.
Turf: Artificial.
Capacity: 30,188.
Referee: Felix Zwayer (GER).
Assistant referees: Thorsten Schiffner (GER), Marco Achmuller (GER).
Fourth official: Harm Osmers (GER).
Video Assistant Referee: Sascha Stegemann (GER).
Assistant Video Assistant Referee: Daniel Siebert (GER).
Sidelined Players: RED BULL SALZBURG - Pongracic, Walke (Injured).
MATCH SUMMARY: Salzburg unbeaten in 18 UEFA home ties.
Genk yet to win GROUP stage game: D7 L5.
Ultimo aggiornamento: 17.09.2019 22:53
Borussia Dortmund
CHAMPIONS UEFA
0 - 0
2. tempo
0-0
Barcelona
0-0
DELANEY THOMAS
15'
 
 
HAZARD THORGAN
47'
 
 
 
 
50'
PIQUE GERARD
 
 
56'
SEMEDO NELSON
 
 
70'
RAKITIC IVAN
15' DELANEY THOMAS
47' HAZARD THORGAN
PIQUE GERARD 50'
SEMEDO NELSON 56'
RAKITIC IVAN 70'
Missed penalty for BORUSSIA DORTMUND at 56th minute by REUS MARCO.
Venue: Signal Iduna Park.
Turf: Natural.
Capacity: 81,360.
Referee: Ovidiu Hatţegan (ROU).
Assistant referees: Octavian Sovre (ROU), Sebastian Gheorghe (ROU).
Fourth official: Sebastian Coltescu (ROU).
Video Assistant Referee: Szymon Marciniak (POL).
Assistant Video Assistant Referee: Tomasz Kwiatkowski (POL).
Sidelined Players: BORUSSIA DORTMUND - Unbehaun, Morey (Injured).
BARCELONA - Umtiti, Dembele (Injured)
Ultimo aggiornamento: 17.09.2019 22:53
Chelsea
CHAMPIONS UEFA
0 - 1
2. tempo
0-0
Valencia
0-0
 
 
9'
COQUELIN FRANCIS
JORGINHO LUIZ
33'
 
 
 
 
74'
0-1 MORENO RODRIGO
GIROUD OLIVIER
90'
 
 
COQUELIN FRANCIS 9'
33' JORGINHO LUIZ
MORENO RODRIGO 0-1 74'
90' GIROUD OLIVIER
Missed penalty for CHELSEA at 88th minute by BARKLEY ROSS.
Venue: Stamford Bridge.
Turf: Desso GrassMaster (Surface composed of natural grass combined with artificial fibres) Capacity: 41,631.
Referee: Cuneyt Cakır (TUR).
Assistant referees: Bahattin Duran (TUR), Tarik Ongun (TUR).
Fourth official: Huseyin Gos (TUR).
Video Assistant Referee: Mete Kalkavan (TUR).
Assistant Video Assistant Referee: Ali Palabıyık (TUR).
MATCH SUMMARY: Chelsea unbeaten v Valencia: W3 D3.
Valencia at S
Ultimo aggiornamento: 17.09.2019 22:53
Bienne
LNA
0 - 1
fine
0-0
0-0
0-0
0-1
Lakers
0-0
0-0
0-0
0-1
 
 
63'
0-1 CERVENKA
CERVENKA 0-1 63'
Ultimo aggiornamento: 17.09.2019 22:53
Ginevra
LNA
3 - 0
fine
0-0
1-0
2-0
Zurigo
0-0
1-0
2-0
1-0 MAILLARD
21'
 
 
2-0 WINNIK
49'
 
 
3-0 WINGELS
59'
 
 
21' 1-0 MAILLARD
49' 2-0 WINNIK
59' 3-0 WINGELS
Ultimo aggiornamento: 17.09.2019 22:53
Langnau
LNA
3 - 2
fine
1-2
1-0
1-0
Friborgo
1-2
1-0
1-0
1-0 GAGNON
10'
 
 
 
 
17'
1-1 BRODIN
 
 
20'
1-2 ABPLANALP
2-2 PESONEN
40'
 
 
3-2 MAXWELL
53'
 
 
10' 1-0 GAGNON
BRODIN 1-1 17'
ABPLANALP 1-2 20'
40' 2-2 PESONEN
53' 3-2 MAXWELL
Ultimo aggiornamento: 17.09.2019 22:53
Zugo
LNA
5 - 6
fine
1-4
2-1
2-1
Losanna
1-4
2-1
2-1
 
 
2'
0-1 GENAZZI
 
 
3'
0-2 HERREN
 
 
13'
0-3 JUNLAND
 
 
14'
0-4 JUNLAND
1-4 ZEHNDER
17'
 
 
2-4 LINDBERG
22'
 
 
 
 
27'
2-5 ALMOND
3-5 HOFMANN
39'
 
 
 
 
49'
3-6 VERMIN
4-6 BACHOFNER
51'
 
 
5-6 HOFMANN
54'
 
 
GENAZZI 0-1 2'
HERREN 0-2 3'
JUNLAND 0-3 13'
JUNLAND 0-4 14'
17' 1-4 ZEHNDER
22' 2-4 LINDBERG
ALMOND 2-5 27'
39' 3-5 HOFMANN
VERMIN 3-6 49'
51' 4-6 BACHOFNER
54' 5-6 HOFMANN
Ultimo aggiornamento: 17.09.2019 22:53
Olten
LNB
7 - 1
fine
4-0
1-1
2-0
GCK Lions
4-0
1-1
2-0
1-0 TRUTTMANN
2'
 
 
2-0 RUDOLF
16'
 
 
3-0 HAAS
17'
 
 
4-0 CHIRIAEV
20'
 
 
5-0 SARTORI
30'
 
 
 
 
37'
5-1 PUIDE
6-1 SCHWARZENBACH
47'
 
 
7-1 HAAS
58'
 
 
2' 1-0 TRUTTMANN
16' 2-0 RUDOLF
17' 3-0 HAAS
20' 4-0 CHIRIAEV
30' 5-0 SARTORI
PUIDE 5-1 37'
47' 6-1 SCHWARZENBACH
58' 7-1 HAAS
Ultimo aggiornamento: 17.09.2019 22:53
Ajoie
LNB
8 - 3
fine
2-2
3-1
3-0
Zugo Academy
2-2
3-1
3-0
 
 
7'
0-1 SCHLEISS
 
 
13'
0-2 CAPAUL
1-2 DEVOS
15'
 
 
2-2 JOGGI
19'
 
 
 
 
21'
2-3 WYSS
3-3 MULLER
29'
 
 
4-3 BIRBAUM
34'
 
 
5-3 HAZEN
37'
 
 
6-3 HAZEN
44'
 
 
7-3 JOGGI
56'
 
 
8-3 THIBAUDEAU
57'
 
 
SCHLEISS 0-1 7'
CAPAUL 0-2 13'
15' 1-2 DEVOS
19' 2-2 JOGGI
WYSS 2-3 21'
29' 3-3 MULLER
34' 4-3 BIRBAUM
37' 5-3 HAZEN
44' 6-3 HAZEN
56' 7-3 JOGGI
57' 8-3 THIBAUDEAU
Start delayed.
Ultimo aggiornamento: 17.09.2019 22:53
Langenthal
LNB
1 - 3
fine
0-1
1-0
0-2
Kloten
0-1
1-0
0-2
 
 
5'
0-1 KRAKAUSKAS
1-1 WEBER
31'
 
 
 
 
45'
1-2 MARCHON
 
 
60'
1-3 FAILLE
KRAKAUSKAS 0-1 5'
31' 1-1 WEBER
MARCHON 1-2 45'
FAILLE 1-3 60'
Ultimo aggiornamento: 17.09.2019 22:53
Ticino Rockets
LNB
7 - 3
fine
1-0
3-3
3-0
La Chaux de Fonds
1-0
3-3
3-0
1-0 ROBERTS
11'
 
 
2-0 ROBERTS
21'
 
 
3-0 DEL PONTE
22'
 
 
 
 
23'
3-1 CAMERON
 
 
24'
3-2 CAMERON
4-2 VEDOVA
25'
 
 
 
 
38'
4-3 CARBIS
5-3 NEUENSCHWANDER J.
45'
 
 
6-3 VEDOVA
49'
 
 
7-3 WETTER
53'
 
 
11' 1-0 ROBERTS
21' 2-0 ROBERTS
22' 3-0 DEL PONTE
CAMERON 3-1 23'
CAMERON 3-2 24'
25' 4-2 VEDOVA
CARBIS 4-3 38'
45' 5-3 NEUENSCHWANDER J.
49' 6-3 VEDOVA
53' 7-3 WETTER
Ultimo aggiornamento: 17.09.2019 22:53
Winterthur
LNB
3 - 0
fine
0-0
0-0
3-0
Turgovia
0-0
0-0
3-0
1-0 ALLEVI
48'
 
 
2-0 WIESER
53'
 
 
3-0 BOZON
60'
 
 
48' 1-0 ALLEVI
53' 2-0 WIESER
60' 3-0 BOZON
Ultimo aggiornamento: 17.09.2019 22:53
Keystone
Estero
21.08.2019 - 06:300

Salvini ‘Capitan Fracassa’ rifarebbe tutto. Quasi, tutto

Il lungo, tardivo, j’accuse nei confronti del capo leghista, in evidente difficoltà, ha messo fine a una finzione durata oltre un anno

Giuseppe Conte si è dimesso. Non che potesse fare altro. Dopo un discorso di commiato al Senato, esemplare per chiarezza (anche una foglia di fico retorica sulla vergogna di un anno e passa trascorso a dire di sì a Salvini può avere una certa dignità), il presidente del Consiglio è salito dal presidente della Repubblica per rimettere il mandato. L’esperienza del suo esecutivo è conclusa, ha confermato al termine del suo intervento, iniziato attribuendone la colpa a Matteo Salvini.

Il bello, tuttavia, è che l’unico disposto a mantenere in vita questo dead govern­ment walking – ricordiamolo: dopo averne decretato la morte sfiduciandone il presidente – è proprio Matteo Salvini.

Rifarebbe tutto – ha esordito, forte della “protezione del cuore immacolato di Maria” –, non ha paura del voto degli italiani, non tiene alla poltrona, ma invece di dimettersi – che sarebbe l’atto conseguente più scontato – ha offerto agli ex soci grillini la propria disponibilità ad andare avanti “per completare le riforme e varare la legge di bilancio”. Allora: o è un genio della politica o è un po’ confuso (benché a Milano, dove si è fatto le ossa, il termine usato sarebbe più preciso).

Forse la seconda, visto che la sua “disponibilità” è stata intesa come segnale di debolezza. Tanto che anche Conte, nella replica al termine del dibattito seguito alle sue “comunicazioni” si è preso il vezzo di irridere Capitan Fracassa: mi dicono che la Lega ha ritirato la mozione di sfiducia nei miei confronti. Va bene, se a Salvini manca il coraggio non si preoccupi, mi assumo io la responsabilità e vado dal presidente della Repubblica a fare ciò che ho annunciato.

Ochèi, e il resto? Il resto della cronaca potrebbe essere velocemente riassunto, nonostante l’esagerata lunghezza di un dibattito (del cui spessore politico, Pd compreso, c’è poco da dar conto): è stata una resa dei conti tra il presidente del Consiglio di nome e quello di fatto. Con il secondo che, datosi la zappa sui piedi, ha dovuto incassare la reprimenda del primo. Reprimenda tardiva, si è detto, e rivelatrice a sua volta di una debolezza colpevole: quella di chi, disponendo di un capitale di voti più che cospicuo, si è consegnato per oltre un anno nelle mani di chi ne aveva la metà. Quello di Conte, più che un discorso di “alto valore istituzionale” è parso il lamento della sposa tradita: ti ho detto di sì a tutto, e questo è il grazie? Affari loro, se quel tutto non comprendesse provvedimenti e modi dai quali l’Italia faticherà a liberarsi, ultimo il “decreto sicurezza bis”. Per cui la sua preoccupazione per l’inclinazione di Salvini a convocare le masse sotto il balcone di Palazzo Venezia, o il fastidio per l’uso compulsivo di una comunicazione extraistituzionale, Conte poteva risparmiarseli, avendoglieli tutti concessi.

Infatti Salvini ha avuto buon gioco a burlarsi degli ex soci: ma come, se non mi sopportavate dovevate dirmelo subito. Ma è stato un gioco di breve respiro. Presto si incartato nella propria stessa retorica da ombrellone: il popolo, Bruxelles, la Madonna, Merkel, citazioni manzoniane da bigino liceale, il petto offerto alle frecce nemiche, fino a citare Wojtyla (il “papa polacco” come lo chiamò Bossi, e non voleva essere un complimento): qualcosa sulla fiducia che si conquista con i fatti. Sai che scoperta.

È successo insomma che l’assassino (politico) del governo, avendo la possibilità di rivelarne il movente – e tentare di trarne un beneficio elettorale –, non l’ha fatto. Che abbia ragione chi sostiene che tutto ‘sto casino serviva a far dimenticare l’elemosina moscovita? Vai a sapere.

Da oggi tocca a Mattarella, non c’è da invidiarlo. Ed è tutto. Anzi no: stavamo dimenticando Luigi Di Maio, scusate. Bè, non ha aperto bocca, ed è stato il suo discorso più riuscito.

Potrebbe interessarti anche
Tags
rifarebbe
salvini
fare
fracassa
capitan fracassa
presidente
confronti
conte
termine
discorso
© Regiopress, All rights reserved