conte-fine-dell-azione-di-governo-salvini-replica-streaming
Conte e Salvini (Keystone)
+3
ULTIME NOTIZIE Estero
Confine
2 ore

Pfizer: vaccini a prezzo di costo nei paesi poveri

‘È ora di cominciare a chiudere questo divario fra chi ha accesso alle cure più avanzate e chi no’, ha detto al Wef il Ceo del colosso farmaceutico
Confine
2 ore

Stroncato da un infarto il senzatetto svizzero trovato a Como

Si tratta di un 66enne il cui corpo era stato scoperto da un giovane lo scorso 15 maggio
Estero
4 ore

Francia, fermato un 18enne: ‘Preparava un attentato per l’Isis’

Il giovane ha ammesso di star organizzando l’attacco. Un video in cui presta fedeltà allo Stato islamico è stato trovato in suo possesso.
Stati Uniti
6 ore

‘Aveva provato a chiamare i soccorsi, ma lui le ha sparato’

Massacro di Uvalde, lo straziante racconto delle piccole vittime della follia omicida del diciottenne
Estero
7 ore

Adesione alla Nato, delegazioni di Svezia e Finlandia in Turchia

Ankara appoggerà la candidatura dei Paesi scandinavi solo se questi rinunceranno al sostegno al gruppo armato Pkk
Speciale Ucraina
LIVE

Zelensky apre ai negoziati. Ma a patto che la Russia si ritiri

Orrore a Mariupol: rinvenuti duecento cadaveri tra le macerie di un rifugio. Segui il live de laRegione
Vaticano
12 ore

‘Basta col traffico indiscriminato delle armi!’

Al cordoglio per le vittime in Texas si unisce Papa Bergoglio. ‘Impegniamoci tutti perché tragedie così non possano più accadere’
Stati Uniti
13 ore

Foto di armi al compagno pochi giorni prima della strage

Dal racconto di altri studenti, il killer veniva spesso deriso per gli abiti che indossava e la situazione finanziaria della famiglia
Stati Uniti
14 ore

Texas, si aggrava il bilancio della sparatoria: 21 i morti

L’ira del presidente Biden: ‘Perché vogliamo vivere con questa carneficina? Perché continuiamo a consentire che questo accada?’
Stati Uniti
23 ore

Texas, spara in una scuola e uccide quindici persone

Tra le vittime quattordici bambini e un insegnante. Morto anche il sospetto autore della strage
svolta in vaticano
1 gior

Per la Cei Bergoglio sceglie Zuppi, ‘prete di strada’

Bassetti lascia la presidenza. Sul tavolo dei vescovi il dossier degli abusi
terrorismo
1 gior

L’Isis era pronto a uccidere Bush a Dallas

Il piano, che avrebbe dovuto scattare lo scorso anno è stato sventato dall’Fbi. Fermato un iracheno.
Estero
1 gior

Calano le borse e i 50 super-ricchi bruciano il... Pil svizzero

Da inizio anno i più facoltosi del pianeta hanno perso 563 miliardi di dollari. Cifra pari al prodotto interno lordo del nostro Paese
Confine
1 gior

Raggira il fisco e investe in caffè. Imprenditore in manette

L’inchiesta ha condotto gli inquirenti anche a una società con sede in Ticino. L’accusa è di autoriciclaggio
italia
1 gior

Macché eruzione sull’Etna: è solo un fenomeno meteorologico

Il vulcanologo Boris Behncke fa chiarezza: ‘L’assenza di vento fa salire il fumo verticalmente, ingannando chi lo osserva’
Estero
1 gior

Bbc: ‘La Cina spara a chi tenta la fuga da campi dello Xinjiang’

Una serie di file della polizia condivisi con i media stranieri rivela le ‘procedure’ nei confronti degli uiguri confinati nei campi di ‘rieducazione’
Italia
20.08.2019 - 15:21
Aggiornamento : 17:54

Conte: 'Fine dell'azione di governo'. Salvini replica (streaming)

Il Presidente del Consiglio in aula: 'La decisione della Lega comporta gravi conseguenze'. Salvini: ‘Rifarei tutto, non ho paura delle elezioni’

di Ats/Ansa

Alleati fino a pochi giorni fa, il premier italiano Giuseppe Conte e il ministro degli interni della Lega Matteo Salvini hanno fatto fuoco e fiamme nei rispettivi interventi in Senato. Ufficializzando, di fatto, la crisi di governo. "Irresponsabile", ha detto Conte. "Insulti degni di Saviano", ha replicato Salvini. Al termine del dibattito ancora in corso (segui la diretta streaming) il Presidente del Consiglio replicherà agli interventi e, infine, salirà al Quirinale per rassegnare le proprie dimissioni nelle mani del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

"Ho chiesto di intervenire per riferire sulla crisi di governo innescata dalle dichiarazioni del ministro dell'interno e leader di una delle due forza di maggioranza". Lo afferma il premier Giuseppe Conte nel suo intervento in Senato.

"L'8 agosto Salvini ha diramato una nota con cui si diceva che la Lega poneva fine alla sua esperienza e voleva le urne. Ha quindi chiesto la calendarizzazione di comunicazioni. Oggetto grave che comporta conseguenze gravi", ha affermato il premier.

Questo passaggio "merita di essere chiarito in un pubblico dibattito che consenta trasparenza e assunzione di responsabilità da parte di tutti i protagonisti della crisi. Io ho garantito che questa sarebbe stata un'esperienza di governo all'insegna della trasparenza e del cambiamento e non posso permettere che questo passaggio possa consumarsi a mezzo di conciliaboli riservati, comunicazioni rilasciate sui social o per strada".

"I tempi di questa decisione espongono a gravi rischi il nostro Paese, ha detto Conte aggiungendo che "la decisione di innescare la crisi è irresponsabile. Per questa via il ministro dell'interno ha mostrato di seguire interessi personali e di partito". "Con i tempi di questa crisi si mette il Paese a rischio di ritrovarsi in esercizio provvisorio".

"Mi recherò, alla fine del dibattito, dal presidente della Repubblica per comunicargli l'interruzione dell'esperienza di governo e rassegnare nelle sue mani le dimissioni da presidente del Consiglio. La decisione della Lega che ha presentato la mozione di sfiducia e ne ha chiesto l'immediata calendarizzazione oltreché le dichiarazioni e i comportamenti, chiari e univoci, mi impongono di interrompere qui questa esperienza di governo", ha detto Conte.

"Ora il presidente della Repubblica guiderà il Paese in questo passaggio delicato. Colgo l'occasione per ringraziarlo per il sostegno che mi ha dato", ha concluso il premier.

Salvini: ‘Rifarei tutto’

"Se qualcuno da settimane, se non da mesi, pensava a un cambio di alleanza, molliamo quei rompipalle della Lega e ingoiamo il Pd, non aveva che da dirlo. Noi non abbiamo paura". L'ha detto il vicepremier Matteo Salvini in Aula al Senato.

"Rifarei tutto quello che ho fatto", ha aggiunto il ministro degli Interni. "Non ho paura del giudizio degli italiani".

Anche se "la via maestra è quella delle elezioni, perché niente e nessuno meglio del popolo italiano potrà giudicare", la Lega "non ha paura di andare avanti e concludere il percorso" di riforme del governo. "Volete tagliare i parlamentari e poi andare a votare? Ci siamo", ha detto Salvini.

Renzi: ‘Io non farò parte di un governo con i Cinque stelle’

Pietra tombale sul governo anche dall'ex premier del Partito democratico Matteo Renzi. "Sarebbe facile assistere allo spettacolo sorridendo ma la situazione impone un surplus di responsabilità. Lei oggi presidente del consiglio si dimette ed il governo che lei ha definito populista ha fallito", ha detto in aula al Senato.

"L'Ue ci dice che l'esperimento populista funziona in campagna elettorale ma meno bene quando si tratta di governare", ha aggiunto.

Poi rivolto a Matteo Salvini, l'ex premier e senatore del Pd ha precisato: "Lei ha fatto il governo con il 17% non con il 51, ma questo governo ha fallito anche per sua responsabilità. Prima lo ammettete e prima si può voltare pagina".

"Serve un governo non perchè noi ci vogliamo tornare ma perchè l'aumento dell'Iva porta alla crisi dei consumi". "Siamo felici che l'esperienza populista finisca, daremo il nostro contributo perché a pagare per la vostra crisi non siano le famiglie e i consumatori", ha concluso.

Bonino: ‘Stop a governo della demagogia’

"Le dissociazioni postume di un ministro di cui si è coperto fino ieri ogni scelta atto decreto e comportamento mi sembrano troppo poco. Nella mia esperienza parlamentare difficilmente ho assisto ad un governo di cui io mi sia sentita così estranea. Le due forze che hanno sostenuto il governo hanno agito identicamente e per questo le dico che le dissociazioni postume non sono convincenti e per quello che posso contate penso che tutti dobbiamo batterci contro le politiche che avete perseguito fino a qui, dopo 14 mesi non abbiamo un paese più ricco, giusto o dinamico ma un paese incattivito e frustrato. Se tutti i governi con una maggioranza parlamentare sono ugualmente legittimi non sono per questo ugualmente accettabili e questa deferenza a Mattarella mi pare voglia dire 'mi pare che abbiamo combinato un pasticcio non sappiamo come uscirne ci aiuti lei". Un nuovo esecutivo basato sulla retorica anti parlamentare non sia accettabile e nemmeno un governo che volesse attuare la parte 'gialla' del programma come se depurato dalla lega fosse condivisibile da chi non lo ha mai fatto quello che è certo è che il governo della demagogia è al capolinea". Lo afferma la senatrice radicale di Più Europa Emma Bonino.

Guarda tutte le 7 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved