Estero
11.03.2019 - 13:000

Aereo precipitato forse per difetti nel software

È l'ipotesi più accreditata sull'incidente del Boeing 737 MAX 8 di ieri che ha forti analogie con quello capitato nell'ottobre scorso in Indonesia.

Un difetto nel software che gestisce i dati relativi al sistema di protezione dell'inviluppo di volo, ossia la relazione fra l'angolo di attacco dell'ala, la velocità del velivolo e il flusso di aria che lo circonda.

È questa una delle ipotesi più accreditate sulle cause dell'incidente del Boeing 737 MAX 8 dell'Ethiopian Airlines avvenuto ieri pochi minuti dopo il decollo da Addis Abeba. Lo suggeriscono forti analogie con l'incidente avvenuto il 29 ottobre 2018 in Indonesia al Boeing 737 MAX, volo Lion Air JT610.

Intanto, anche ul ministro dei trasporti dell'Indonesia ha ordinato alle compagnie locali di mettere a terra temporaneamente gli aerei Boeing 737 Max in possesso nelle loro flotte, dopo l'incidente dell'Ethiopian Airlines. Lo riferisce l'agenzia Bloomberg.

Il ministro ha stabilito che i velivoli B737 Max vengano lasciati a terra da domani, quando inizieranno le ispezioni e potranno tornare in servizio solo dopo la certificazione degli ispettori di volo. Dieci degli 11 velivoli in questione sono della Lion Airlines, il restante di Garuda Indonesia.

La tv di stato etiope ha inoltre reso noto che è stata ritrovata la scatola nera del Boeing dell'Ethiopian Airlines precipitato ieri. Lo riferiscono i media internazionali, come Sky News.

Potrebbe interessarti anche
Tags
max
boeing
airlines
boeing max
incidente
indonesia
volo
ethiopian airlines
ethiopian
software
© Regiopress, All rights reserved