Epa
Estero
22.02.2019 - 12:410

Autobus degli oppositori preso a sassate in Venezuela

Uno degli autisti è rimasto ferito durante il viaggio verso la frontiera colombiana, disseminato di molti ostacoli e posti di blocco

I deputati oppositori in viaggio da Caracas alla frontiera colombiana hanno denunciato che un autobus del loro convoglio è stato attaccato a sassate ieri notte a Guanare, nello Stato di Portuguesa, e uno degli autisti è rimasto gravemente ferito.

Sul canale Twitter dell'Assemblea Nazionale, la deputata Mariela Magallanes ha pubblicato un breve video nel quale denuncia l'attacco, mostrando il vetro spaccato di uno degli autobus, e la pesante pietra rimasta dentro al veicolo, segnalando che "non sappiamo chi è stato" ma "comunque si tratta di un attentato".

Il convoglio di oppositori è partito ieri da Caracas verso lo Stato di Tachira, nell'estremo occidentale del Venezuela, per raggiungere la frontiera con la Colombia, dove è stata annunciata per domani la raccolta degli aiuti umanitari internazionali, attualmente depositati a Cucuta, dall'altra parte della frontiera.

Durante il percorso, di circa 800 km, i deputati hanno dovuto superare vari ostacoli e posti di blocco disposti dalle autorità: la Guardia Nazionale ha cercato di bloccarli all'ingresso del Tunnel la Cabrera, nello Stato di Carabobo, al pedaggio di Guaraca, sempre a Carabobo - dove i passeggeri di un autobus sono stati trattenuti per tre ore - e a Tinaco, nello Stato di Cojedes, dove manifestanti locali sono intervenuti per garantire il passaggio del convoglio, e sono stati allontanati con gas lacrimogeni.

Potrebbe interessarti anche
Tags
autobus
frontiera
oppositori
venezuela
sassate
convoglio
© Regiopress, All rights reserved