italia
11.10.2018 - 08:500

La Lega di Salvini chiede le dimissioni di Cristina Parodi

Dopo le dichiarazioni della conduttrice televisiva sul successo del vicepremier: 'Arrabbiatura della gente e anche ignoranza'

La Lega chiede alla Rai di licenziare Cristina Parodi, conduttrice televisiva di Rai1 e moglie del sindaco Pd di Bergamo, Giorgio Gori. A far saltare i nervi del Carroccio – secondo quanto riportato da Repèubblica.it – le parole della popolare conduttrice di "La prima volta" ai Lunatici, trasmissione di Radio2. "Il successo di Salvini è dovuto alll'arrabbiatura della gente, alla paura e anche all'ignoranza. Al fatto che probabilmente non è stato fatto molto di quello che si era promesso di fare", ha detto. E poi: "Mi fa paura un tipo di politica basata sulla divisione, sui muri da erigere, vorrei una politica che andasse incontro ai più deboli, che aiutasse questo Paese a risollevarsi in un altro modo". La Parodi poi ha parlato della ricandidatura del marito: "Ne abbiamo discusso ma non credo che sia stata una decisione travagliata, è stato faticoso ma anche bellissimo fare in questi anni il sindaco di Bergamo: Giorgio è una persona seria e onesta e da bergamasco una volta che ha cominciato una cosa vuole finirla".  Parole che hanno scatenato l'ira della Lega. "Se Cristina Parodi è tanto delusa  dalla politica italiana scenda in campo e soprattutto lasci la Rai, con le sue offese a Matteo Salvini la giornalista moglie  del sindaco Pd di Bergamo, Giorgio Gori, ha utilizzato il servizio pubblico radiotelevisivo a propro uso e consumo, facendo propaganda politica alla faccia del pluralismo televisivo: ne chiederemo conto in commissione di Vigilanza Rai con un'interrogazione", attaccano i parlamentari leghisti.

 

Tags
parodi
salvini
lega
cristina
cristina parodi
politica
rai
bergamo
bergamo giorgio
conduttrice
© Regiopress, All rights reserved