Francia
10.09.2018 - 14:190

'Sono un inviato di Dio', e con l'auto irrompe sulla pista dell'aeroporto

Dopo avere sfondato le vetrate dell'ingresso al grido di 'Allah Akbar', scampando ai proiettili degli agenti di sicurezza, è stato arrestato

Traffico aereo completamente perturbato stamane, sulla pista dell’Aeroporto di Lione-Saint-Exupéry. Un uomo originario  a quanto sembra del nord Africa è infatti penetrato all’interno dell’aviosuperficie a bordo di una vettura, dopo aver sfondato le vetrate d’ingresso usando la vettura come ariete. Al grido di «Allah Akbar», secondo quanto rivelato dagli inquirenti a LeFigaro.fr, ha lanciato la sua vettura sulla pista. Al suo inseguimento sono intervenute alcune vetture della sicurezza aeroportuale e della Polizia. L’uomo è stato in seguito fermato e ammanettato. Agli agenti della sicurezza che lo hanno arrestato ha dichiarato di essere “un inviato di Dio”.  

Tutti i voli dello scalo sono stati momentaneamente dirottati su Ginevra. La vettura usata per sfondare l’ingresso dell’aeroporto, una Mercedes con targhe lussemburghesi, era stata vista in precedenza circolare a velocità folle e in contromano sulla vicina autostrada. Durante la sua folle corsa lo squilibrato avrebbe pure cercato a più riprese di investire dei passanti. Prima di raggiungere lo scalo, è riuscito ad evitare le pallottole sparategli dagli agenti per cercare di fermarlo ad un posto di blocco. L’uomo, una volta neutralizzato, è stato trasferito al commissariato dove gli inquirenti lo stanno interrogando. 

Tags
aeroporto
vettura
pista
ingresso
dio
agenti
inviato
sicurezza
© Regiopress, All rights reserved