Estero
18.07.2017 - 02:000

Immagini fake? Solo il 60% le sa riconoscere

Si è meno 'abili' di quel che si possa pensare: solo il 60% delle persone infatti riesce a capire che un'immagine è stata ritoccata e, di queste, solo il 45% sa individuare gli elementi falsi. Il risultato, che ha implicazioni importanti in tempi di fake news e ai fini giudiziari, è descritto sulla rivista 'Cognitive Research: Principles and Implications' dai ricercatori dell'università di Warwick, guidati da Sophie Nightingale. Lo studio è stato organizzato in due esperimenti fatti online. Nel primo è stata usata una banca di 40 immagini ricavate da 10 foto originali di Google. Sei di queste sono state manipolate in 5 modi diversi, alcuni fisicamente plausibili e altri no, realizzando 30 immagini manipolate. A 707 volontari sono state mostrate 10 foto in modo casuale, di cui 5 manipolate e 5 originali. Il risultato è stato poco confortante: alla domanda se pensava che l'immagine fosse stata modificata, solo il 60% ha risposto sì. E tra quelli che lo avevano capito, solo il 45% ha individuato l'elemento modificato. “Anche se le persone riescono a capire che c'è qualcosa che non va, non sono affidabili nell'identificare esattamente cosa non quadra”, commenta Derrick Watson, coautore dello studio. Nel secondo esperimento, i ricercatori hanno mostrato un gruppo di immagini da loro realizzate a 659 persone, che dovevano mostrare la loro capacità di individuare le manipolazioni indipendentemente che fosse stato detto loro o meno che c'erano. Il risultato è stato simile a quello del primo test (cioè il 65% delle volte), ma ci è voluto il 39% del tempo in più per individuare la manipolazione. Ciò suggerisce che le persone sono più brave se le si mette di fronte al compito diretto di trovare la manipolazione, invece di chiedere genericamente se la foto è stata manipolata o meno. “Dobbiamo trovare modi migliori per proteggere le persone dagli effetti negativi delle manipolazioni delle foto”, conclude Kimberley Wade, un altro dei ricercatori. 

Tags
immagini
foto
risultato
ricercatori
fake
© Regiopress, All rights reserved