Estero
23.11.2016 - 17:140
Aggiornamento : 11.12.2017 - 18:17

Il Parlamento europeo: la Russia 'sfida i valori democratici e divide l'Europa'

La pressione della propaganda sull’Unione europea da parte della Russia e di gruppi terroristi islamici "sta crescendo". Lo sostiene una risoluzione approvata oggi dal Parlamento europeo.

Si sottolinea che il Cremlino starebbe "finanziando partiti e altre organizzazioni all’interno dell’Ue" e condanna il supporto russo a forze antieuropee. "Il governo russo – si legge nel documento votato dall’Eurocamera – sta utilizzando un ampio ventaglio di strumenti come think tanks, tv multilingua come Russia Today, pseudo-agenzie di stampa e service come Sputnik, social media e troll sul web per sfidare i valori democratici e dividere l’Europa".

La risoluzione sottolinea la necessità per l’Europa di contrastare queste "campagne di disinformazione" e suggerisce di rafforzare la task force già al lavoro a Bruxelles per contrastare la propaganda.

L’approvazione della risoluzione "significa che siamo testimoni di un degrado politico della democrazia nei Paesi occidentali", ha reagito il presidente russo Vladimir Putin, citato dalla Tass.

"Recentemente – ha commentato Putin – hanno cercato, e questi tentativi sono ancora in atto, di insegnarci la democrazia, e noi abbiamo sempre sentito da questi insegnanti che il modo più sbagliato per trattare gli oppositori è proibire qualcosa e che ciò non è in sintonia coi principi e con le norme della democrazia, mentre il modo migliore è una discussione aperta e la presentazione in questa discussione dei propri argomenti dissuadenti e forti". (ansa)

© Regiopress, All rights reserved