laRegione
Nuovo abbonamento
in-isolamento-l-accoltellatore-di-don-roberto
La commozione è tanta (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
1 gior

Trump: Amy Coney Barrett al posto di Bader Ginsburg

Il presidente statunitense avrebbe deciso la sostituta alla Corte Suprema
Estero
1 gior

Un altro arresto eccellente tra le fila dell'Uck

Kosovo, fermato il vicepresidente dell'Associazione dei veterani, dopo l'ex capo dei servizi sereti
Estero
1 gior

Ucraina, precipita un aereo militare, 25 le vittime

L'incidente che ha coinvolto un Antonov An-26 è avvenuto in serata, nella regione di Charkow. Vi sono anche dei sopravvissuti. Ignote le cause del disastro
Estero
1 gior

Inghilterra, un premio a Magawa, il topo antimine

Riconoscimento di prestigio per il roditore che in Cambogia ha contribuito a scovare decine di ordigni inesplosi
Estero
1 gior

Attacco all'arma bianca sui luoghi di Charlie Hebdo

Un uomo aggredisce i passanti davanti alla vecchia sede del settimanale satirico, dove avvenne la strage del 7 gennaio 2015
Estero
1 gior

Vaticano, cardinale sollevato dall'incarico

Angelo Becciu non è più il prefetto delle Cause dei Santi ma mantiene la porpora. La decisione di Papa Francesco evidenzia un clima teso e di sfiducia
Estero
1 gior

Dopo-voto, i repubblicani 'garantiscono' per Trump

Il Senato approva una risoluzione che assicura una transizione pacifica in caso di sconfitta del presidente
Genova
1 gior

La Liguria chiede alla Svizzera di ripensarci

La regione inserita nella lista delle aree a rischio coronavirus sollecita Berna a tornare sulla decisione: 'Superamento solo a La Spezia'
Francia
1 gior

Attacco con la mannaia a Parigi, il sospettato ha confessato

Si tratta di un 18enne pachisatano che non avrebbe precedenti per radicalismo islamico, ma noto alla polizia per reati comuni. Altri 5 fermi nelle ultime ore
Confine
16.09.2020 - 15:010
Aggiornamento : 17:53

In isolamento l'accoltellatore di don Roberto

Anche Papa Francesco ha voluto ricordare il sacerdote ucciso ieri a Como da un cittadino tunisino reo confesso

È in isolamento nel carcere del Bassone il tunisino di 53 anni che ha confessato di aver accoltellato a morte, ieri mattina a San Rocco, quartiere di Como, don Roberto Malgesini, il 51enne sacerdote valtellinese da una dozzina di anni ‘prete degli ultimi’, i moltissimi invisibili che la città di frontiera continua a non vedere. L'isolamento è stato deciso per evitare che possa essere picchiato dagli altri detenuti. Nei suoi confronti il magistrato inquirente Massimo Astori, sostituto della procura lariana, ha formulato l'accusa di omicidio volontario.

La posizione dell'omicida reo confesso potrebbe aggravarsi dato che ieri mattina è arrivato a San Rocco con un lungo coltello di cucina e ha accoltellato don Roberto alle spalle, a tradimento. L'omicida ha colpito una prima volta il sacerdote al collo nel momento in cui si è abbassato per posare bevande calde, cornetti e biscotti, la colazione del mattino che don Roberto si apprestava a consegnare ai clochard del dormitorio di via Napoleona e ai senzatetto dei portici della città. Altre due coltellate hanno raggiunto il sacerdote a un braccio e all'addome. Il magistrato inquirente ha disposto l'autopsia che sarà eseguita in giornata. Sempre oggi al Bassone è prevista l'udienza di convalida dell'arresto. Ieri in Questura a Como, assistito dall'avvocato Davide Giudici, il tunisino è stato a lungo interrogato dai detective della squadra mobile. Per nulla pentito, ha accusato don Roberto di “far parte di un complotto contro di me” per rimandarlo in Tunisia. Un riferimento al provvedimento di espulsione, che doveva essere eseguito ad aprile e poi era stato sospeso per l’emergenza sanitaria. “Il movente, allo stato attuale delle indagini – ha scritto il procuratore di Como Nicola Piacente – è esclusivamente riconducibile al convincimento del tunisino di essere vittima di un asserito complotto che ne avrebbe determinato il rimpatrio in Tunisia”. 

Papa Francesco ricorda ‘il prete di strada’

Prima di concludere l'udienza generale del mercoledì, papa Francesco ha dedicato parole commosse a don Roberto. Il Papa ha ricordato don Roberto, il “prete di strada”, che “serviva gli scartati di Como”, ucciso con tre coltellate da uno di loro con problemi di disabilità psichica. Le parole di Francesco: “Mi unisco al dolore e alla preghiera dei suoi familiari e della comunità comasca e, come ha detto il suo vescovo, rendo lode a Dio per la testimonianza, cioè per il martirio, di questo testimone della carità verso i più poveri. Preghiamo in silenzio per don Roberto Malgesini e per tutti i preti, suore, laici, laiche che lavorano con le persone bisognose e scartate dalla società”. Stamane a Como, nel solco dell'azione di don Roberto, c'è chi non ha fatto mancare la colazione ai senzatetto.

© Regiopress, All rights reserved