foto Keystone
Confine
18.10.2019 - 12:210

'Non può essere il papà, perché è diventato una donna'

La vicenda coinvolge due donne sposate, che a novembre compariranno  in Tribunale per una causa intentata contro l'Ufficio anagrafe di Como

Una mamma che chiede, solo per l’anagrafe, di essere riconosciuta come papà. Una donna che al momento del matrimonio era uomo, ma poi ha fatto la scelta di cambiare sesso. Ora chiede di essere riconosciuta come il papà del suo bambino che cresce con due mamme, anche se ha un padre biologico. Insomma, una complessa questione di genere e di genitorialità, che per quanto è dato sapere sarebbe senza precedenti, quella che arriva da Como. Una richiesta che è stata respinta dall'Ufficio anagrafe di Palazzo Cernezzi.

La vicenda coinvolge due donne sposate tra loro, residenti nel capoluogo lariano, che il prossimo mese di novembre compariranno  in Tribunale per una causa intentata all'Ufficio anagrafe del comune capoluogo. Un episodio che inevitabilmente lega normative e leggi ad aspetti etici e della sfera personale e familiare e che sembra destinato a far discutere.

Le due donne, quando ancora erano una donna e un uomo, si erano sposate con rito civile a Palazzo Cernezzi. Prima di cambiare sesso l'uomo aveva congelato il proprio seme, con il quale, quando già era diventato donna, ha fecondato la moglie che recentemente ha poi messo al mondo un maschietto. Ecco, quindi, la richiesta di una delle mamme del piccolo,  all’anagrafe del Comune di Como, di venire registrata come papà del bambino. Richiesta respinta dall'ufficiale dell’anagrafe. Si è opposto, dicendo di non poter registrare una donna come padre e la coppia ha dunque deciso di procedere per via legale, facendo causa al Comune di Como. 

Toccherà quindi ai giudici del Tribunale civile del capoluogo lariano prendere una decisione che potrebbe far giurisprudenza, soprattutto se riconosceranno ad una mamma di essere al contempo padre.

Potrebbe interessarti anche
Tags
anagrafe
como
donna
papa
ufficio anagrafe
donne
tribunale
ufficio
causa
due donne
© Regiopress, All rights reserved