La Chaux de Fonds
3
Turgovia
1
2. tempo
(1-1 : 2-0)
Olten
1
Langenthal
2
2. tempo
(1-0 : 0-2)
La Chaux de Fonds
LNB
3 - 1
2. tempo
1-1
2-0
Turgovia
1-1
2-0
 
 
10'
0-1 WILDHABER
1-1 MIEVILLE
12'
 
 
2-1 MIEVILLE
26'
 
 
3-1 GREZET
30'
 
 
WILDHABER 0-1 10'
12' 1-1 MIEVILLE
26' 2-1 MIEVILLE
30' 3-1 GREZET
HC LA CHAUX DE FONDS leads series 3-1.
Ultimo aggiornamento: 20.03.2019 20:55
Olten
LNB
1 - 2
2. tempo
1-0
0-2
Langenthal
1-0
0-2
1-0 SCHWARZENBACH
18'
 
 
 
 
29'
1-1 TSCHANNEN
 
 
30'
1-2 LEBLANC
18' 1-0 SCHWARZENBACH
TSCHANNEN 1-1 29'
LEBLANC 1-2 30'
Series tied 2-2.
Ultimo aggiornamento: 20.03.2019 20:55
Confine
07.01.2019 - 09:210
Aggiornamento 16:54

La Lombardia continua a bruciare

A causa del forte vento sono ripresi gli incendi sul Monte Martica e sul Monte Berlinghiera. Riaperta la statale 233 della Valganna

Nel pomeriggio è stata riaperta la statale 233 della Valganna che porta a Lavena Porto Ceresio e quindi in Ticino. La decisione è stata presa dall'Anas, dopo lo spegnimento delle fiamme che lambivano la strada. La situazione del traffico, seppur migliorata rispetto a questa mattina, continua ad essere pesante, così come sul fronte degli incendi boschivi, sia nel Varesotto che nel Comasco. La situazione più critica è a Valganna, dopo che ieri sera alle 22 si è sviluppato un nuovo fronte di fiamme sul Monte Martica che ha raggiunto i tre chilometri e si sta spingendo verso l'abitato del paese.  Nel corso della notte, un'abitazione è stata salvata dai vigili del fuoco. 

Le fiamme sono arrivate in prossimità della torbiera di Ganna. L'intervento di due Canadair e tre elicotteri è valso a circoscrivere la vasta area interessata dall'incendio che, seppure a intermittenza nel parco regionale lombardo Sacro Cuore di Varese (che si estende sino al confine), va avanti ormai da 6 giorni. Notevoli i disagi nella mattinata, soprattutto per i frontalieri. Centinaia i vigili del fuoco di Varese, Como e Milano sono impegnati sul fronte delle fiamme.

La sindaca di Valganna, Bruna Jardini, ha disposto la chiusura della scuola primaria e dell'infanzia di Ganna. L'ultimo incendio ha aggiornato la contabilità dei danni: sul Monte Martica sono andati sinora distrutti oltre 350 ettari di boschi. Anche nel comasco, in alto lago sul Monte Berlinghiera, è tornato a bruciare il bosco sopra Sorico. Un rogo che va avanti da 8 giorni, per un'emergenza che sembra senza fine. Le fiamme che hanno già distrutto 11 case di vacanza e una chiesetta; nelle prime ore di stamane sono riprese, spingendosi nuovamente verso Samolaco, in Valchiavenna. Anche in Val Cavargna sono tornati a bruciare i boschi a ridosso del Ticino. In alto lago il fronte delle fiamme è lungo oltre 12 chilometri.

In alto lago sino ad ora sono andati distrutti 500 ettari di bosco, 200 in Valchiavenna. Le Procure di Como e di Varese hanno aperto due inchieste, per ora a carico di ignoti, ipotizzando il reato di incendio doloso. 

 

 

 

 

 

Tags
fiamme
monte
fronte
valganna
incendio
monte martica
varese
lago
martica
fronte fiamme
© Regiopress, All rights reserved