Carlo Reguzzi
Confine
13.11.2016 - 18:390
Aggiornamento : 15.12.2017 - 17:11

Arresto per furto aggravato a Ponte Tresa (I), in manette un 36enne di Pregassona senza fissa dimora

Un 38enne ticinese di fatto senza fissa dimora è stato arrestato per furto aggravato. Lo stavano aspettando al varco dopo che i carabinieri di Lavena Ponte Tresa avevano ritenuto di riconoscerlo nelle immagini dell'impianto di videosorveglianza di un negozio di parrucchiere, da dove lo scorso 20 ottobre erano stati trafugati una manciata di banconote tra cui 200 euro, raccolti a favore dei terremotati del Centro Italia. L'attenzione dei carabieri si è rivolta anche sugli abiti indossati dal ladro. E così quando il 31 ottobre lo hanno sorpreso in paese lo hanno controllato, trovandolo in possesso di arnesi da scasso e in sella ad un motorino rubato a Riva San Vitale. La successiva perquisizione nella stanza di un hotel della zona, dove il 36enne aveva trovato rifugio, avrebbe permesso ai carabinieri di ritrovare gli indumenti in questione, risultati rubati in un negozio di Lavena Ponte Tresa. Il fermo, dopo la condanna da parte del gip di Varese, si è trasformato in arresto.

© Regiopress, All rights reserved