VAN Canucks
1
PIT Penguins
4
3. tempo
(0-0 : 1-3 : 0-1)
gestione-patrimoniale-la-svizzera-rimane-la-numero-uno
Ti-Press
Economia
07.10.2021 - 18:340
Aggiornamento : 18:50

Gestione patrimoniale, la Svizzera rimane la numero uno

La crescita dei capitali l’anno scorso è stata però più lenta del mercato in generale e delle piazze finanziarie concorrenti: +7% rispetto al +11% complessivo

Zurigo – La Svizzera rimane numero uno al mondo nella gestione patrimoniale transfrontaliera: tuttavia nel 2020 il volume dei patrimoni depositati nella Confederazione da clienti privati stranieri è cresciuto più lentamente rispetto al mercato nel suo complesso, rivela uno studio della società di consulenza Deloitte.

Con i suoi 2’600 miliardi di dollari la repubblica dei 26 cantoni resta al primo posto, ma il vantaggio su Gran Bretagna e Stati Uniti si sta assottigliando. Fra i grandi Stati attivi in questa competizione globale la crescita maggiore è stata registrata dal Lussemburgo (+21%), davanti a Usa (+15%) e Regno Unito (+13%). In Svizzera la progressione si è limitata al +7%, inferiore al +11% del mercato complessivo.

Stando a Deloitte il paese di Ubs e Credit Suisse non è stato in grado di attrarre nuovi fondi in maniera significativa nel 2020: l’aumento dei volumi è dovuto principalmente al rafforzamento del franco rispetto al dollaro durante la pandemia, ciò che peraltro riflette la stabilità del sistema politico e del sistema finanziario elvetici.

Nel complesso, tuttavia, nella valutazione di Deloitte la Svizzera rimane il paese più competitivo, seguita da vicino da Singapore e Hong Kong. La società di consulenza raccomanda però ai gestori patrimoniali elvetici di sviluppare nuovi modelli di interazione digitale con i clienti.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved