SJ Sharks
4
WIN Jets
3
fine
(0-1 : 2-1 : 2-1)
EDM Oilers
5
CAL Flames
2
fine
(2-0 : 1-1 : 2-1)
LA Kings
2
MIN Wild
3
fine
(0-0 : 1-3 : 1-0)
swiss-pesante-perdita-nel-primo-semestre
(Keystone)
Economia
05.08.2021 - 08:010
Aggiornamento : 15:02

Swiss, pesante perdita nel primo semestre

La compagnia aerea soffre parecchio nei primi sei mesi dell'anno. Il fatturato è sceso del 43,5%. Quasi 8 milioni di passeggeri in meno rispetto al 2019

Swiss ha nuovamente sofferto in modo pesante della crisi del coronavirus nei primi sei mesi dell'anno. Il fatturato è sceso del 43,5% su base annua a 659,3 milioni di franchi, ha comunicato oggi la compagnia aerea. Nella prima metà dell'anno precedente la pandemia il giro di affari si era attestato a 2,57 miliardi. La perdita operativa è stata di 398,2 milioni di franchi dopo i -266,4 milioni dell'anno precedente.

La ragione delle scarse prestazioni è ancora la pandemia da coronavirus, che ha fatto precipitare il settore dell'aviazione nella peggiore crisi della sua storia: mentre quasi 8,8 milioni di passeggeri hanno volato con Swiss nel primo semestre del 2019 - ossia pre-coronavirus - la cifra è ora solo di un milione.

Il secondo trimestre è andato un po' meglio. Tuttavia, questo non toglie che la situazione è estremamente tesa a causa dell'ancora imprevedibile sviluppo della pandemia, ha detto il CEO della compagnia aerea Dieter Vranckx, citato in una nota.

Secondo quanto comunicato, due terzi degli aerei sono attualmente di nuovo in servizio e Swiss serviva a fine giugno il 90% delle destinazioni coperte prima della crisi sanitaria. Tuttavia, la capacità totale è solo circa il 50-55% di quella pre-crisi. L'apertura degli Stati Uniti come un'importante regione di traffico è particolarmente importante per un'ulteriore ripresa, sottolinea la nota.

Per l'insieme dell'anno, la compagnia aerea conta su una capacità equivalente al 40% del 2019. Il direttore finanziario (CFO) Markus Binkert ha poi aggiunto che la società si aspetta un risultato operativo positivo nel secondo trimestre.

Binkert ha sottolineato come la società non preveda di utilizzare più della metà del prestito bancario garantito dalla Confederazione, fissato in 1,5 miliardi di franchi (per Swiss e la sua controllata Edelweiss). Dal prossimo anno, la compagnia aerea ritiene di poter iniziare a rimborsare questo prestito.

I risultati dovrebbero tornare "in equilibrio" nel 2022. Swiss dovrebbe poi ritrovare una certa redditività entro l'anno seguente, ha detto Binkert all'agenzia finanziaria Awp. La società intende raggiungere gli obiettivi anche grazie alla riduzione del 20% della forza lavoro - a tal proposito il CFO ha ricordato che saranno tagliati 550 impieghi invece dei 780 previsti - e del 15% della sua flotta rispetto al 2019, cosa che dovrebbe far risparmiare 500 milioni di franchi.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved