gli-svizzeri-si-orientano-verso-mezzi-alternativi-al-contante
Soluzioni più 'smart' (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Economia
Economia
23 ore

Mobilezone migliora i risultati nel primo semestre

Risultati globalmente in rialzo nella prima parte dell’anno: tra gennaio e fine giugno, il gruppo ha realizzato un fatturato di 499,6 milioni
Economia
4 gior

Avenir Suisse critico sulla riforma fiscale Ocse

Per il ‘think tank’ liberale, le entrate supplementari derivanti dalla nuova tassazione minima delle multinazionali sono sovrastimate
Economia
4 gior

Cambio franco-euro, battuto un nuovo record

Alle 10.30 la moneta unica tocca soglia 0,9661. Ancora a gennaio il tasso era a 1,038
Economia
4 gior

Produzione e import, prezzi in calo in luglio

Su base annua, il livello dell’offerta totale dei prodotti indigeni e importati è aumentato del 6,3%
Economia
1 sett

Fallimenti aziendali in forte aumento in Svizzera

Il Ticino è fra i cantoni con meno casi di insolvenza. Lo rileva la Dun & Bradstreet
Economia
1 sett

Gli esperti dell’Ubs escludono un rapido calo dell’inflazione

Il rialzo dei prezzi proseguirà anche nel secondo semestre: il tasso annuale dovrebbe attestarsi al 3,1%. Raiffeisen rivede al ribasso le previsioni 2022
Economia
1 sett

Smartphone: crollano le spedizioni in Europa

‘Molti Paesi si stano avvicinando alla recessione, con maggiori tensioni politiche’, scrive Counterpoint Research che si attende una ripresa lunga e lenta
Economia
2 sett

Credit Suisse, Fitch abbassa il rating a ‘BBB’ da ‘BBB+’

Il declassamento a causa dell’annuncio di una ulteriore revisione della strategia della grande banca e dei suoi deboli risultati nel secondo trimestre
23.06.2021 - 12:26
Aggiornamento: 17:17

Gli svizzeri si orientano verso mezzi alternativi al contante

La carta di debito ha acquisito maggiore importanza e così le app di pagamento, marginali nel 2017, cresciute del 48% nel 2020

Per effettuare i loro pagamenti, i domiciliati in Svizzera usano sempre meno il contante, che rimane tuttavia lo strumento più diffuso, e si orientano verso mezzi alternativi. La carta di debito ha acquisito maggiore importanza. Sono questi, in estrema sintesi, i principali dati che emergono dal Sondaggio sui mezzi di pagamento 2020 realizzato dalla Banca nazionale svizzera (Bns) nello scorso autunno, dopo una prima inchiesta del 2017.

Stando al rapporto della Bns, in base al numero dei pagamenti ricorrenti non regolari (quelli al supermercato, al ristorante ma anche su piattaforme in linea), il contante rimane lo strumento usato più spesso dalla popolazione, sceso però, rispetto al 2017, dal 70% al 43%. In questo triennio l'uso della carta di debito e di credito è aumentato portandosi al 33% (2017: 22%) per la prima, e al 13% (2017: 5%) per la seconda. Fedeli al contante sono ancora le persone domiciliate nella Svizzera italiana, quelle di 55 o più anni e quelle appartenenti a economie domestiche a basso e medio reddito.

In tema di pagamenti non regolari, la carta di debito ha comunque soppiantato il contante come strumento con la quota di utilizzo più elevata. In termini di valore, la quota della carta di debito ammonta ormai al 33% (2017: 29%), mentre quella del numerario al 24% (2017: 45%). Ciò deriva, tra gli altri, dal fatto che il contante è rimasto il mezzo più largamente impiegato solamente per il regolamento d'importi inferiori a 20 franchi, mentre nel 2017 vi si ricorreva in prevalenza per somme fino a 50 franchi, spiega l'istituto di emissione.

 Le app di pagamento mostrano un'evoluzione dinamica: nel 2017 rivestivano ancora un ruolo marginale, ma da allora il loro tasso di diffusione è fortemente cresciuto (2017: 11%; 2020: 48%). Al tempo stesso, le relative quote di utilizzo in termini di numero di transazioni e di valore sono salite rispettivamente da pressoché zero al 5% e al 4%. Per quanto riguarda il pagamento di spese ricorrenti regolarmente (quali l'affitto e premi assicurativi), i bonifici via on line banking sono in Svizzera di gran lunga lo strumento più utilizzato. In base al valore delle transazioni, il 62% di tutti i pagamenti è effettuato in questo modo.

Semplicità e rapidità d'uso a parte, riscontrata dal sondaggio, un terzo delle persone interpellate dichiara di aver modificato le proprie abitudini a causa della pandemia. “Non è tuttavia possibile, sulla base dei dati ricavati dal sondaggio, esprimere un giudizio sull'importanza relativa del Covid-19 quale determinante dei cambiamenti intervenuti”, sottolinea la banca centrale elvetica.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
app carta debito contante mezzi alternativi
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved