laRegione
Nuovo abbonamento
scandalo-1mdb-ex-premier-malese-colpevole
Al centro Najib Razak, ex premier malese (foto Keystone)
ULTIME NOTIZIE Economia
Economia
28.07.2020 - 12:100

Scandalo 1Mdb, ex premier malese colpevole

Najib Razak, già primo ministro, rischia decenni di carcere. Il fondo sovrano è anche all'origine dei guai giudiziari della Bsi

Kuala Lumpur - L'ex premier del governo della Malaysia, Najib Razak, è stato dichiarato colpevole oggi di tutte le accuse mosse nei suoi confronti nel primo processo per lo scandalo multimiliardario del fondo sovrano malese 1Mdb.

"In conclusione, dopo aver valutato tutte le prove in questo processo, ritengo che l'accusa abbia dimostrato con successo il caso", ha detto il giudice Mohamad Nazlan Mohamad Ghazali all'Alta corte di Kuala Lumpur. L'ex primo ministro rischia ora decenni di carcere.

Nel luglio del 2018, Razak - che venne sconfitto alle elezioni del maggio di quell'anno - venne incriminato con tre capi di accusa per abuso di fiducia nell'ambito dell'inchiesta sull'appropriazione indebita e il riciclaggio di denaro relativi al fondo, dal quale sparirono 4,5 miliardi di dollari dal 2009.

Ciascuno dei capi di accusa prevede una pena massima di 20 anni di reclusione. L'ex premier non ha mai negato di aver ricevuto 700 milioni di dollari su conti bancari a lui intestati provenienti da enti controllati dal fondo, puntando il dito contro un presunto "sabotaggio politico" e insistendo sul fatto di non avere mai utilizzato fondi governativi per scopi personali.

Lo scandalo 1MDB ha interessato non poco anche la Svizzera e il Ticino

Travolto da quanto successo nell'ambito del fondo sovrano della Malaysia l'istituto luganese BSI dovette essere rilevato nel 2016 da Efg International. Diversi ex dipendenti Bsi sono stati condannati a pene detentive a Singapore. Falcon Bank cesserà le sue attività nella gestione patrimoniale nel 2021. Un suo ex dirigente si è visto infliggere nello scorso aprile anche il divieto di esercitare la professione per due anni.

Per violazione delle regole anti-riciclaggio la Monetary Authority of Singapur (MAS), l'autorità di vigilanza dei mercati di Singapore, ha multato Ubs per circa 1 milione di franchi. Da parte sua a Berna la Finma ha chiuso il procedimento contro la stessa Ubs e contro Credit Suisse pronunciando degli ammonimenti.

Complessivamente la Finma ha condotto sette procedimenti. La banca privata Coutts è stata sanzionata per 6,5 milioni di franchi, la Bsi è stata sciolta dopo l'acquisizione da parte di Efg International e Falcon Bank, oltre a pagare 2,5 milioni, si è vista fortemente limitata nell'attività. Anche Rothschild Bank e le sue controllate sono state rimproverate per gravi violazioni delle norme antiriciclaggio.

Sul caso 1MDB sta indagando anche il Ministero pubblico della Confederazione. L'inchiesta concerne sei persone. Due banche sono sospettate di essere coinvolte nello scandalo. In Svizzera sono stati congelati circa 400 milioni di dollari: il denaro dovrebbe deve essere restituito alle parti lese in un secondo momento.

© Regiopress, All rights reserved