la-crisi-da-covid-19-tocca-anche-il-settore-orologiero
Ti-Press
Economia
11.06.2020 - 10:130

La crisi da Covid-19 tocca anche il settore orologiero

Una ditta del Canton Neuchâtel licenzia 30 dipendenti su 157 a causa del calo delle vendite durante la pandemia

Taglio occupazionale presso Gilbert Petit-Jean, impresa con sede a Les Brenets (NE) specializzata nel montaggio di meccanismi di orologi: la forte diminuzione delle vendite legata alla crisi del coronavirus costringe la società a licenziare 30 dei 157 dipendenti. Una seconda ondata di riduzione dei posti di lavoro non è peraltro esclusa: a corto termine non vi è una prospettiva di ripresa, ha spiegato Philipe Petit-Jean, direttore dell'azienda familiare neocastellana, alla radio locale RTN. Il ricorso al lavoro ridotto non è sufficiente per far fronte alla situazione.

Il dirigente ha ricordato che il Covid-19 ha causato da metà gennaio un brusco arresto delle vendite di orologi in Asia, in particolare in occasione del Capodanno cinese. Poi da metà marzo i problemi si sono estesi all'Europa, con la chiusura dei negozi in molti Paesi. "Il lavoro per le 100 persone attualmente ancora attive non è garantito per questo autunno", si rammarica Petit-Jean. Le scorte sono elevate e a livello globale la riapertura dei punti vendita avviene solo gradualmente. L'azienda potrebbe quindi vedersi costretta ad operare ulteriori tagli dell'organico all'inizio del 2021, qualora non si verificasse l'auspicata ripresa.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved