Bisogna fare le dovute valutazioni prima di acquistare un'abitazione (Ti-Press)
Economia
04.04.2020 - 11:300

Coronavirus, crescono i tassi di interesse ipotecari

Per Fabrizio Cieslakiewicz, presidente della direzione generale di BancaStato, ciò è legato a costi di rifinanziamento più elevati per gli istituti

I tassi di interesse ipotecari sono in crescita a causa dell’incertezza sui mercati generata dalla diffusione del coronavirus. Lo ha recentemente indicato l’azienda di confronti online Comparis. Una tendenza confermata anche da Fabrizio Cieslakiewicz, presidente della direzione generale di BancaStato: l'aumento della volatilità e la conseguente percezione di un maggior rischio ha portato a costi di rifinanziamento più elevati, spiega a ‘laRegione’.

Stando ai dati di Comparis, dopo aver raggiunto il suo "minimo storico" il 9 marzo, il tasso di interesse per le ipoteche a tasso fisso di 10 anni è "improvvisamente aumentato" all'1,19%, per poi attestarsi all'1,17% a fine marzo, si legge in un comunicato diffuso mercoledì scorso. A titolo di paragone, nel quarto trimestre del 2019 si attestava al 1,09%. “Abbiamo assistito anche noi a questa tendenza”, afferma Cieslakiewicz, precisando che “la determinazione dei singoli tassi d’interesse ipotecari avviene tramite un calcolo decisamente complesso. Ogni istituto ha le sue peculiarità, ma riassumendo possiamo dire che il calcolo si basa innanzitutto sul costo del rifinanziamento e poi su specificità di rischi e altri costi insiti nei singoli affari. Ebbene, il costo di rifinanziamento si basa anche su variabili di mercato che hanno mostrato un aumento simile a quello descritto, e questo è avvenuto contestualmente all’emergenza del coronavirus”.

Aumento del 'costo di liquidità'

Ma concretamente, come si spiega l’aumento dei tassi d’interesse ipotecari? “In un momento di grande incertezza come quello innescato dal Coronavirus il mercato ha reagito”, spiega il presidente della direzione generale di BancaStato. “Gli investitori hanno assunto posizioni più attendiste e conservatrici. La volatilità è generalmente aumentata a dimostrazione che vi è la percezione di un maggior rischio. Questo ha comportato, per usare un termine tecnico, anche un aumento del ‘costo di liquidità’. Il risultato è che il rifinanziamento comporta per gli istituti maggiori costi”. 

I disoccupati o chi deve lavorare in un regime di orario ridotto “corrono il rischio di non riuscire più a pagare l’affitto o i tassi di interesse ipotecari”, ha rilevato Comapris. E ciò ha “un impatto potenzialmente negativo sui prezzi degli immobili”. Stando a Cieslakiewicz “il coronavirus avrà certamente un forte impatto negativo sull’economia ma è ancora presto per capirne la reale portata. Dipende anche dalla durata dell’emergenza. Fortunatamente le autorità hanno prontamente reagito per sostenere le aziende del Paese, e anche BancaStato si è subito attivata per essere al fianco delle realtà che si trovano in difficoltà a causa del Covid-19. È molto difficile tracciare previsioni attendibili, ma è chiaro che più la crisi perdura più vi è il rischio che ci saranno degli impatti negativi anche sul mercato immobiliare e, quindi, delle correzioni dei prezzi e degli affitti”.

Valutazioni più difficili anche a causa delle distanze sociali

Infine, cosa si può dunque consigliare a chi ha l’intenzione di acquistare un’abitazione?  “Ora più che mai non esistono consigli ‘preconfezionati’. In questo particolare momento storico vanno soppesate tutte le potenziali conseguenze dell’emergenza coronavirus sulla propria situazione personale e sull’immobile a cui si è interessati”, sottolinea il presidente della direzione generale di BancaStato. “Acquistare un’abitazione a uso proprio è spesso l’investimento della vita e di norma richiede tempo per effettuare le dovute valutazioni prima in autonomia e poi con il proprio consulente bancario, i cui colloqui di persona sono tra l’altro resi più difficili dalle regole di distanza sociale. Credo che qualche settimana di attesa non cambi lo scenario per chi intende comprare una casa”.

© Regiopress, All rights reserved