Cantieri fermi causa rischio contagio (in Ticino, per lo meno). Foto Keystone
Economia
27.03.2020 - 09:260
Aggiornamento : 12:00

Pil, a causa del coronavirus 2020 nero. Ma 2021 in ripresa

Previsioni concordanti da banche e autorità. Anche il Credit Suisse rivede al ribasso le sue precedenti previsioni per l'anno in corso

Con l'imperversare della crisi legata al coronavirus, anche gli economisti del Credit Suisse hanno rivisto al ribasso le previsioni congiunturali per il 2020: è stimata ora una flessione dell'1% a fronte dello 0,5% previsto in precedenza.

All'agenzia Awp gli specialisti della grande banca hanno spiegato questa correzione col rinvio dell'Europeo di calcio e delle Olimpiadi di Tokyo a causa dell'epidemia di coronavirus. Contemporaneamente, gli economisti hanno rivisto al rialzo la crescita per il 2021 che dovrebbe raggiungere il 2,5% invece del 2% grazie al fatto che l'anno prossimo si terranno questi due importanti appuntamenti sportivi.

Le previsioni dei vari istituti

Istituto  2020 2021 aggiornato il
Credit Suisse -1,0 +2,5 27.03.2020
Zkb -4,0 +3,0 26.03.2020
Pictet Wealth Management -2/-2,5 +1,5 26.03.2020
Swiss Life AM -1,3 +3,1 24.03.2020
Consensus Kof -0,2 +1,3 24.03.2020
Ubs -1,3 +3,3 19.03.2020
Bak -2,5 +4,3 23.03.2020
Seco -1,3 +3,3 19.03.2020
Bns "rischio negativo"   19.03.2020
Kof +0,3 +1,4 17.03.2020
Raiffeisen -0,2 +1,6 13.03.2020

 

© Regiopress, All rights reserved