(Ti-Press)
Economia
19.02.2020 - 20:010
Aggiornamento : 20.02.2020 - 12:33

Crescita continua e 25 candeline per Bps (Suisse)

Il risultato d'esercizio ha sfiorato i 22 milioni di franchi. Lo sviluppo riguarda tutti gli ambiti di attività della banca con quartier generale in Ticino

Per il quarto esercizio di seguito, i conti di Bps (Suisse) fanno registrare risultati superiori a quello precedente. Un buon modo per sottolineare il 25mo anniversario di attività della banca in Svizzera. «Lo sviluppo delle attività è stata incoraggiante e in alcuni ambiti riteniamo superiore alla media di mercato», afferma Mauro De Stefani, presidente della direzione generale di Bps (Suisse). Positiva la crescita del risultato da operazioni di interesse pari a 51,2 milioni di franchi (+5%) come quello da operazioni in commissione (23,9 milioni; +2%) e quello attività di negoziazioni cresciuto del 9% in un anno a 22,8 milioni. I ricavi di esercizio hanno quasi sfiorato i 100 milioni di franchi (98,3). Stabili i costi di esercizio a 69,8 milioni (+1%). Al netto di ammortamenti e accantonamenti il risultato di esercizio è stato di 21,8 milioni di franchi (+9%). Dopo il pagamento delle imposte (5,1 milioni), l’utile netto si è fermato a 16,7 milioni (+11%) di cui 4 milioni quale dividendo e 12,7 milioni alla riserva legale da utili. Solido anche il bilancio che ha attivi per 5,5 miliardi di franchi con una variazione di +239 milioni di franchi di crediti ipotecari che salgono così a quasi 4 miliardi di franchi. 
«Siamo una banca presente con 19 sportelli in sette cantoni e nel Principato di Monaco, ai quali si aggiunge l’ufficio di Verbier (Romandia) e l’unità virtuale Direct Banking che cresce in modo ordinato», ha precisato ancora De Stefani. «Ogni investimento fuori dal cantone si riverbera anche in Ticino visto che la sede di tutte le operazioni è a Lugano», ha affermato il presidente della direzione generale ricordando come l’attività di backoffice titoli di tutta la Svizzera è stata centralizzata a Chiasso. Ulteriori investimenti sono stati fatti nel miglioramento dell’infrastruttura informatica pensata anche per dare maggiore sicurezza alla clientela. Alla fine di dicembre è stato inaugurato il nuovo sito Internet della banca che è la prima delle iniziative in programma per sottolineare il 25mo di fondazione dell’istituto che ha rinnovato in parte anche il Cda. All’avvocato Plinio Bernardoni, nel cda dal 1995, subentra l’avvocata Maria Galliani, procuratrice pubblica del Canton Ticino per oltre un decennio.

© Regiopress, All rights reserved