07.01.2020 - 07:51
Aggiornamento: 08:47

Affitti in leggero calo nel 2019, ma non in Ticino

Il nostro Cantone è in controtendenza rispetto al dato nazionale: le pigioni sono aumentate dell'1,9 per cento

Ats, a cura de laRegione
affitti-in-leggero-calo-nel-2019-ma-non-in-ticino
ImmoScout24

In media in Svizzera lo scorso anno le pigioni degli appartamenti offerti in locazione sono calati dello 0,5% rispetto al 2018. Per il solo mese di dicembre la riduzione è dello 0,4% rispetto a novembre, indica lo Swiss Real Estate Offer Index calcolato da ImmoScout24 insieme alla società di consulenza Iazi e pubblicato oggi.

Stando all'indice, le disparità regionali sono considerevoli. Il Ticino presenta un'evoluzione in controtendenza rispetto al dato nazionale: gli affitti sono aumentati dell'1,9%. Crescite, più contenute, si osservano anche nell'Espace Mittelland (+0,8%), nella regione di Zurigo (+0,6%) e nella Svizzera orientale (+0,3%). Le pigioni sono invece diminuite nella Svizzera centrale (-1,7%), nella regione del Lemano (-1,1%) e nella Svizzera nordoccidentale (-0,9%).

L'accesso alla proprietà è diventato più costoso. Per una casa unifamiliare alla fine del 2019 il prezzo era superiore del 2,8% su base annua. In dicembre l'aumento è stato dello 0,5%. Per gli appartamenti, l'aumento dei prezzi per tutto il 2019 è risultato dello 0,4%, anche grazie a una leggera diminuzione a dicembre (-0,2%).

Per il 2020 gli esperti prevedono che la situazione cambierà poco, vista la stabilità pronosticata sia in termini di tassi d'interesse che di sviluppo economico generale.

"Grazie ai bassi tassi di interesse, la proprietà dell'alloggio continua essere ambita, ma a causa dell'aumento dei prezzi non è alla portata di tutti", ha commentato Martin Waeber, direttore di ImmoScout24, citato in una nota.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved