Economia
22.04.2019 - 08:330

Terza incriminazione per l'ex presidente Nissan

Ghosn dovrà rispondere di abuso di fiducia aggravata. L'ex numero 1 di Nissan-Renault-Mitsubishi Motors avrebbe trasferito fondi societari per interessi personali

Il pubblico ministero giapponese ha formalizzato una nuova incriminazione, la terza, nei confronti di Carlos Ghosn, per abuso di fiducia aggravata.

Lo anticipano i media nipponici, ricordando come l'ex presidente della Nissan-Renault-Mitsubishi Motors sia ormai bloccato in una battaglia legale a partire da metà novembre, confrontandosi con le molteplici accuse di illeciti finanziari.

Secondo i pm Ghosn avrebbe trasferito fondi societari a una succursale in Oman per interessi personali, causando una perdita di 5 milioni di dollari alla Nissan. L'ex tycoon 65enne era stato arrestato nuovamente a inizio aprile dopo un breve periodo di libertà su cauzione, e continua a negare ogni addebito.

Il suo avvocato ha criticato duramente il modo in cui si sta svolgendo l'inchiesta e ha detto che presenterà un nuovo ricorso di libertà su cauzione dopo l'ultima incriminazione.
 
 

4 mesi fa Gli azionisti di Nissan rimuovono Carlos Ghosn
4 mesi fa Riscattano le manette per l'ex presidente di Nissan
5 mesi fa Ex presidente Nissan paga 7,8 milioni per uscire dal carcere
5 mesi fa Scandalo Nissan-Renault, Ghosn in libertà su cauzione
5 mesi fa Si aprirà a breve il processo nei confronti di Carlos Ghosn
6 mesi fa Renault senza più presidente: Ghosn si è dimesso
7 mesi fa Ex presidente Nissan Carlo Ghosn resta in prigione
9 mesi fa Arrestato il numero uno di Nissan-Renault-Mitsubishi
Potrebbe interessarti anche
Tags
incriminazione
presidente
ex presidente
nissan
ghosn
© Regiopress, All rights reserved