laRegione
Nuovo abbonamento
(foto Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Economia
Economia
1 gior
Investire nel solare può creare 14'000 posti di lavoro
Ne è convinta la Fondazione svizzera dell'energia (SES), che propone questa soluzione per ridurre la disoccupazione, cresciuta a seguito del coronavirus
Economia
1 gior
Il coronavirus fa esplodere il debito pubblico mondiale
Oltre il 100% e al livello più alto da sempre: ha superato anche il picco post-Seconda guerra mondiale
Economia
2 gior
Cambio alla testa di EY Lugano
Erico Bertoli succede a Stefano Caccia che lascia l'incarico per pensionamento
Economia
3 gior
Le imprese scommettono sulla ripresa, anche in Ticino
Gli effetti della pandemia sono stati più forti al Sud delle Alpi, ma secondo gli esperti di Ubs le prospettive sono positive. Pil a -5,5% quest'anno. Poi su
Economia
3 gior
Svizzera, il covid non ferma le due ruote
Malgrado l'emergenza sanitaria, le vendite di motocicli nel nostro Paese hanno conosciuto...un'impennata
Economia
3 gior
Aviazione, United taglia 36mila posti di lavoro
La compagnia statunitense pronta a rinunciare alla metà dei suoi dipendenti se non vi saranno segnali di ripresa dopo l'emergenza Covid
Economia
3 gior
I salari dei frontalieri spiegati da un economista
Gli ultimi dati confermano la differenza nelle retribuzioni. C'entra il dumping, ma non solo. E revocare la libera circolazione porterebbe "chiusure e fallimenti"
Economia
3 gior
Bancarotta per Brooks Brothers, marchio icona di Wall Street
Il produttore di abbigliamento formale soccombe alla crisi creata dal coronavirus. Si cerca di evitare la liquidazione
Economia
4 gior
Tui Suisse taglia 70 posti di lavoro e chiude otto succursali
La filiale dell'agenzia viaggi tedesca riduce la sua presenza nella Confederazione a causa della crisi del coronavirus
Economia
07.02.2019 - 09:410

Swisscom fa meno fatturato. Scesi i posti a tempo pieno

Il gigante blu annuncia i numeri del 2018. E i sindacati richiamano l'attenzione su condizioni di lavoro e politica

Un utile netto di 1,52 miliardi di franchi (-3% rispetto al 2017) e un volume d'affari di 11,71 miliardi (+0,4% rispettivamente -0,3% su base comparabile e a tassi di cambio costanti). Sono questi i numeri 2018 di Swisscom, il maggiore operatore di telecomunicazioni del paese.

L'utile operativo EBITDA è diminuito dell'1,9% (-0,8% rettificato) a 4,21 miliardi di franchi, mentre il risultato EBIT si è attestato a 2,07 miliardi (-2,9%). Le cifre sono in linea con le attese degli analisti consultati dall'agenzia AWP, i quali avevano pronosticato in media un fatturato di 11,68 miliardi, un EBITDA di 4,21 miliardi e un utile netto di 1,51 miliardi. "Swisscom ha raggiunto gli obiettivi e convinto ancora una volta con una solida prestazione in un contesto di mercato tutt'altro che facile", afferma il presidente della direzione Urs Schaeppi, citato in una nota.

In Svizzera il gigante blu ha generato un fatturato di 8,82 miliardi di franchi (-2,7%). La contrazione - viene spiegato - è dovuta principalmente alla costante pressione sui prezzi in diversi segmenti e al calo della telefonia di rete fissa. L'attività in Italia ha registrato per contro un andamento positivo: il fatturato di Fastweb è salito dell'8,2% a 2,10 miliardi di euro.

Nel 2018 Swisscom ha quindi superato l'obiettivo che prevede di ridurre ogni anno, fino al 2020, la base di costi in Svizzera di 100 milioni di franchi. Il numero dei posti a tempo pieno del gruppo è però sceso a 19'845. A fine 2018 l'azienda contava 17'147 impieghi a tempo pieno in Svizzera, 541 o il 3,1% in meno rispetto all'anno precedente. L'operatore sottolinea che oltre la metà dei tagli di posti di lavoro è stata assorbita dalla fluttuazione naturale, mentre circa 200 impieghi sono stati soppressi tramite l'attuale piano sociale.

Per il 2019 Swisscom prevede un fatturato di circa 11,4 miliardi di franchi e un EBITDA di oltre 4,3 miliardi. Se gli obiettivi saranno raggiunti, il gruppo intende proporre un dividendo invariato di 22 franchi per azione. "Anche nel 2019 le sfide principali saranno rappresentate dalla saturazione del mercato, dalla concorrenza sempre più aspra e dalla forte pressione sui prezzi. Nel corso dell'anno intendiamo consolidare ulteriormente la nostra posizione di mercato (...) Parallelamente portiamo avanti la trasformazione della nostra azienda e perseguiamo sistematicamente gli obiettivi in materia di costi che ci siamo prefissati." L'offerta di posti di lavoro dovrebbe diminuire leggermente.

Ed è proprio sull'occupazione che i sindacati Syndicom e Transfair hanno subito reagito.

Per Syndicom la petizione  presentata al Consiglio federale e firmata da 4mila dipendenti dell'operatore – obiettivo, fermare i tagli al personale – “sta già dando i suoi primi frutti riguardo alla pianificazione del personale 2019 di Swisscom. Adesso tocca alla politica prendere sul serio le richieste dei dipendenti Swisscom”.

Da parte sua Transfair annota come “i prepensionamenti, la fluttuazione naturale, le misure del piano sociale e le disposizioni del nuovo Ccl permetteranno di attenuare gli effetti di queste ristrutturazioni. Ciononostante, la continua riduzione dei costi non può essere una strategia da perseguire a lungo termine. Le collaboratrici e i collaboratori di Swisscom, sottoposti a costanti pressioni, hanno il diritto di ascoltare discorsi positivi, ambiziosi e promettenti”.

© Regiopress, All rights reserved