Da sinistra: Christian Vitta e Carmen Walker Späh (foto laRegione)
Economia
28.01.2019 - 16:500

Il Ticino guarda al Nord

Il Dfe ha aderito alla ‘Greater Zurich Area’ per la promozione territoriale. Si tratta di una delle aree economiche più dinamiche e stabili d’Europa

Con la messa in esercizio della linea ferroviaria Alptransit, il Ticino e il nord delle Alpi sono da un paio di anni più vicine. Un collegamento che ha avvicinato anche dal punto di vista economico due differenti aree culturali del Paese e che l’adesione del Cantone Ticino alla ‘Greater Zurich Area’ contribuirà a rafforzare ulteriormente. È questa, in estrema sintesi, la motivazione principale che ha spinto il Dipartimento delle finanze e dell’economia (Dfe) diretto da Christian Vitta a iniziare nel novembre del 2017 le trattative di adesione alla Greater Zurich Area (Gza), una fondazione per il marketing territoriale che raggruppa i Cantoni di Uri, Svitto, Glarona, Zugo, Zurigo, Sciaffusa, Zurigo, Grigioni e Soletta. Si trattava di uno dei punti salienti emersi dai lavori del ‘Tavolo dell’economia’ di un paio di anni fa. «La nostra è una delle aree economiche con la più alta concentrazione di eccellenze tecnologiche nel contesto politico più stabile d’Europa», ha affermato Carmen Walker Späh, presidente del consiglio di fondazione della Gza e consigliera di Stato zurighese responsabile del dipartimento dell’economia.
La firma con la quale si è accolto il Cantone Ticino in seno a questa organizzazione si è tenuta ieri mattina a Manno, presso l’Auditorium Suglio.
«Per il Ticino si tratta di un’opportunità storica», ha sottolineato il consigliere di Stato Christian Vitta. «Il nostro Cantone – ha continuato Vitta – ha così la possibilità, grazie anche al rinnovato sguardo verso nord, di perseguire un rafforzamento sostenibile della propria competitività territoriale e della capacità innovativa della sua economia».
L’obiettivo dichiarato è quello di attirare in quest’area – che ora abbraccia un corridoio svizzero strategico tra il Nord e il Sud dell’Europa, tra la Germania meridionale e l’Italia settentrionale – aziende innovative e ad alto valore aggiunto.
«Per la Gza l’adesione del Cantone Ticino significa un rafforzamento, un completamento e un ampliamento delle competenze e delle collaborazioni già esistenti in quest’area economica, in particolare in settori ad alta intensità tecnologica come le scienze della vita, le tecnologie della comunicazione, dell’informazione e della meccatronica», ha sottolineato da parte sua Carmen Wlaker Späh.
Fondata nel 1998
L’organizzazione Greater Zurich Area Sa è la società operativa di marketing territoriale dello spazio economico ‘Greater Zurich Area. Ha un budget annuale di quasi 4 milioni di franchi per promuovere l’insediamento di imprese internazionali. In sintesi, assiste, in collaborazione con i suoi partner, città e Cantoni, le aziende interessate a trasferire in Svizzera le attività produttive. Valuta le possibili ubicazioni fino alla cosituzione delle società. Titolare della Gza Sa è la Fondazione Greate Zurich Area Standormarketing, fondata nel 1998 sulla base di un partenariato pubblico-privato. Tra i membri, oltre ai Cantoni citati prima, c’è ora il Ticino, la regione di Winterthur, la città di Zurigo e 28 altri soci, tra imprese private ed enti di ricerca e accademici.

Tags
ticino
zürich
zurich area
greater
greater zurich area
greater zurich
nord
economia
gza
cantone
© Regiopress, All rights reserved