Ticino Rockets
Olten
19:45
 
Ticino Rockets
LNB
0 - 0
19:45
Olten
Ultimo aggiornamento: 21.11.2018 19:24
Economia
13.06.2018 - 19:360

Argentina, domani sciopero nazionale

I sindacati annunciano una marcia verso la Plaza de Mayo, dove si terrà l’evento centrale della protesta contro la politica economica del governo.

Diverse sigle sindacali che riuniscono impiegati, camionisti, edicolanti e insegnanti hanno confermato di aver chiesto di realizzare uno sciopero nazionale in Argentina, con una mobilitazione a Buenos Aires, contro la politica economica del governo di Mauricio Macri. Lo riporta il sito locale Ambito.

"La convocazione ha come asse principale il rifiuto agli aggiustamenti" economici del governo, "così come ai licenziamenti e al taglio dei diritti e dei salari", ha dichiarato Hugo Yasky, capo del sindacato Cta dei Lavoratori all’inizio della conferenza della stampa di presentazione dello sciopero.

Durante l’incontro, i rappresentanti dei sindacati hanno ratificato la richiesta di uno "sciopero nazionale con mobilitazioni e abbandono dei compiti lavorativi" per questo giovedì, nel quadro di "una giornata di lotta" che includerà una marcia verso la Plaza de Mayo, dove si prevede che si terrà l’evento centrale della protesta.

Il vice segretario del sindacato dei camionisti, Pablo Moyano, ha confermato la richiesta di uno sciopero nazionale per quel giorno anche per la sua categoria, sottolineando che la protesta raggiungerà "tutti i rami" del settore, quali la raccolta di rifiuti, il trasporto di merci, la distribuzione di carburante, i servizi postali e logistici.

Anche gli insegnanti di Buenos Aires e di altre associazioni di insegnanti di tutto il Paese parteciperanno alla mobilitazione, così come l’Associazione giudiziaria di Buenos Aires (Ajb).

"Di fronte alla complessa situazione economica e sociale nel nostro Paese (...) e al recente accordo tra il governo nazionale e il Fondo monetario internazionale, che promette nuove misure e più danni ai lavoratori, il giorno della protesta diventerà un termometro dei profondi disordini sociali generati dalle politiche del governo", ha detto il capo dell’Ajb, Pablo Abramovich.

Tags
sciopero
governo
sciopero nazionale
protesta
insegnanti
buenos
aires
argentina
buenos aires
© Regiopress, All rights reserved