Johann Schneider-Ammann
Economia
09.07.2015 - 19:420
Aggiornamento : 15.12.2017 - 17:09

Intesa Svizzera-Stati Uniti sull'apprendistato

Svizzera e Stati Uniti più vicini in ambito di formazione professionale: il consigliere federale Johann Schneider-Ammann e la segretaria di Stato americana al commercio Penny Pritzker hanno firmato oggi a Washington una dichiarazione d’intenti in tal senso.

Il documento – ha spiegato Schneider-Ammann ai giornalisti – apre la strada a scambi di informazione, a progetti pilota e al riconoscimento reciproco di attestati, non solo per studenti e apprendisti, bensì anche per i formatori e i docenti.

La formazione professionale è un elemento centrale del sistema d’istruzione svizzero, ha ricordato il ministro dell’economia. Garantisce infatti alla stragrande maggioranza dei giovani ottime opportunità sul mercato del lavoro.

Schneider-Ammann si è detto assai rallegrato dall’interesse mostrato dagli Usa per il modello elvetico. "È un onore condividere le nostre esperienze", ha detto.

Il sistema del tirocinio è in gran parte sconosciuto negli Stati Uniti. Stando a Pritzker, potrebbe però contribuire a diminuire il problema della manodopera qualificata, rafforzando l’economia nazionale.

Obiettivo del presidente Barack Obama è raddoppiare nei prossimi cinque anni il numero di apprendisti. Diciotto aziende svizzere presenti sul territorio americano si sono già impegnate ad aumentare il numero dei giovani in formazione.

La dichiarazioni d’intenti firmata oggi ha una durata iniziale di tre anni.

Firmato anche accordo per agricoltura biologica

Ma durante il suo viaggio negli Stati Uniti, iniziato martedì, Schneider-Ammann non ha discusso soltanto di formazione, ricerca e innovazione.

In data odierna, il ministro dell’economia elvetico ha pure firmato con la viceministra dell’agricoltura USA, Krysta Harden, un accordo sul mutuo riconoscimento delle norme per l’agricoltura biologica, che faciliterà l’accesso dei prodotti svizzeri al mercato americano e viceversa.

"L’accordo diminuisce il dispendio per la Confederazione, crea nuove opportunità e avrà effetti positivi sul mercato del lavoro di entrambi i Paesi", ha detto Schneider-Ammann.

La visita del consigliere federale negli USA – che nel suo primo giorno è stata caratterizzata da incontri con diversi leader del settore high-tech della Silicon Valley e con il governatore della California Jerry Brown – si concluderà domani.

Gli Stati Uniti sono il secondo partner commerciale della Confederazione (il volume degli scambi supera i 48 miliardi di franchi) e il primo Paese nel quale la Svizzera investe direttamente, indica una nota diramata stasera del Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca.

© Regiopress, All rights reserved