www.joejackson.com
Spettacoli
06.12.2018 - 19:310
Aggiornamento 20:50

Joe Jackson sarà 'Fool' (ma solo a Zurigo)

Data unica per la Svizzera lunedì 25 marzo 2019, Kaufleuten. Un tour retto da 5 album storici, da 'Look Sharp' al nuovo disco, in uscita a gennaio

Anticipato da ‘Fabulosly Absolute’, singolo e videoclip (quest’ultimo live), torna Joe Jackson con ‘Fool’, 20esimo album di una carriera lunga 40 anni, in uscita il 18 gennaio 2019. “Come mi sento? Beh, come dovrei sentirmi?”, racconta l’artista in fase di lancio del relativo tour. “È passato un po’ di tempo, ma nemmeno tantissimo. I miei capelli sono bianchi, ma gli occhi, le orecchie e gli arti funzionano ancora. Faccio ancora musica perché mi piace. Quando non mi piacerà più, smetterò di farla”.

Più o meno 3 anni dopo lo splendido 'Fast Forward', Il suo ‘Four Decade Tour’, in partenza a febbraio dal Tennessee, “sarà un grande tour. Diversamente, sarebbe come tenere il broncio in una stanza da solo, durante la tua festa di compleanno”. Si reggerà su cinque album storici, ognuno rappresentante una singola decade: l’album d’esordio ‘Look Sharp’ (1979), l’universalmente acclamato ritratto su New York ‘Night And Day’ (1982, con dentro ‘Steppin’out’), ‘Laughter And Lust’ (1991), ‘Rain’ (2008) e, appunto, ‘Fool’ (2019). “Penso di suonare e cantare meglio ora che in passato. Se le canzoni siano meglio adesso che prima, la questione è soggettiva, ma certamente pretendo molto da me stesso”.

Se in ‘Fabulosly Absolute’ il graffio nostalgicamente punk permette di sentirsi a casa, questa è la genesi dell’album: “La strada per questo disco è disseminata dei relitti di canzoni e mezze canzoni che non ce l’avevano fatta. Le definirei otto sopravvissute, il che mi sembra abbastanza”. E indipendentemente dalla rinascita del vinile, Jackson ha sempre pensato a ‘Fool’ come “due facciate complemementari di circa 20 minuti l’una”. Ha l’entusiasmo del primo album, il 64enne di Burton, Uk. “La band con la quale ho girato negli ultimi 3 anni è stata d’ispirazione per questo lavoro. Ho incontrato Graham Maby a 18 anni ed è ancora uno dei migliori bassisti in circolazione; Doug Yowell è un vortice d’energia alla batteria e Teddy Kumpel è il chitarrista che avevo sempre sognato e mai incontrato”.

In ‘Fool’, al contrario di quanto avvenuto in passato, c’è una linea comune che lega le canzoni: “Commedia e tragedia. Parlo di rabbia, alienazione, ma anche di amicizia, felicità, musica e arte. Non avrei potuto farlo nel ‘79, non avevo ancora vissuto abbastanza”. A proposito, Joe Jackson dal vivo in terra elvetica è data unica: lunedì 25 marzo, Kaufleuten, Zurigo. Info e prevendite su www.allblues.ch e www.ticketcorner.ch.

2 anni fa Joe Jackson, avanti veloce
Potrebbe interessarti anche
Tags
album
fool
jackson
tour
canzoni
joe
joe jackson
zurigo
© Regiopress, All rights reserved