laRegione
Nuovo abbonamento
un-estate-ticinese
ULTIME NOTIZIE Culture
Spettacoli
1 gior

Locarno2020, Pardi al femminile per i film di domani

Le registe Lucrecia Martel e Marí Alessandrini vincono i premi del concorso The Films After Tomorrow. Tra i corti, premi per Darol Olu Kae e Jonas Ulrich
Spettacoli
2 gior

Locarno2020, vent'anni di Boccalino (e di Marco Solari)

L’unico premio indipendente del Festival festeggia i vent’anni: la consegna dei premi in Città Vecchia con risotto e buon vino
Spettacoli
2 gior

A Meride tanto 'Cibo per l'anima' a chilometro zero

Solidarietà per la cultura: nel giardino di Lothar Drack, fino al 26 settembre, artisti dal Ticino e zone limitrofe. Entrata (e soprattutto offerta) libera.
L'intervista
2 gior

Samuel attracca nel 'Golfo Mistico' di Lugano

Già (e sempre) frontman dei Subsonica, porta il disco solista 'cambiato e cresciuto' e il resto di sé al LongLake Festival domani, venerdì 14 agosto
Scienze
3 gior

Addio a Konrad Steffen, l’uomo dei ghiacci e della scienza

Il glaciologist svizzero, direttore del Wsl, è morto nei giorni scorsi in Groenlandia, a lungo oggetto delle sue ricerche sul riscaldamento globale
Culture
3 gior

#SolidarityForMusic dal Lucerna Festival sulle note di Beethoven

Un 'Inno alla gioia' aperto a ogni interpretazione per una campagna di solidarietà in favore dei musicisti svizzeri, con grandi ambasciatori.
Culture
3 gior

Più di mille: gli organizzatori di concerti non esultano

Con le nuove disposizioni "cambia poco": le forti preoccupazioni espresse da Jacky Marti, patron di Estival Jazz, e Michele Gatti di Horang Music
Spettacoli
3 gior

Locarno 2020, la perfezione del cinema a Open Doors

Al Festival due film suberbi: ‘Kairat’ di Omirbaev e ‘Engkwentro’ (Scontro) di Pepe Diokno
Spettacoli
4 gior

Locarno2020 e la follia del nostro ignorare il mondo

Ai Pardi di domani, vera rivelazione di questo festival anomalo, scopriamo l'interessante “Icemeltland Park” di Liliana Colombo
Musica
4 gior

Pietro Bianchi: 'Dimitri trasformava tutto in poesia'

Giovedì 13 agosto alle 20.30 a Verscio, il musicista e musicologo insieme a Roberto Maggini e Duilio Galfetti nell'omaggio al grande clown scomparso.
Teatro Sociale
4 gior

'Chi è di scena', dal 'Macbettu' a 'La menzogna'

Prosa in abbonamento, due le produzioni ticinesi: 'La bottega del caffè' e 'Olocene', Max Frisch per la prima volta in italiano
Spettacoli
28.06.2018 - 06:000

Un’estate ticinese

Per chi crede che in Ticino non ci sia mai niente da fare e per chi vuole avere un’idea di tutto quanto c’è in programma, ecco una sintetica carrellata sugli eventi da scoprire nei prossimi due mesi.

Stando a un vecchio luogo comune, in Ticino non ci sarebbe niente da fare. Ormai entrati nell’estate, abbiamo deciso gettare un’occhiata agli eventi in vario modo cultural-spettacolari in programma nei prossimi due mesi. E la nostra, beninteso, è una panoramica parziale, impossibile dare conto di tutto ciò che è in cartellone quanto a festival, concerti, spettacoli, incontri, mostre, passeggiate... Insomma, fra eventi grandi e piccoli, basta un po’ di curiosità per non annoiarsi.

In estate, tempo di open air, a riempire le notti ticinesi saranno anzitutto i concerti. A cominciare da quello di Jovanotti, sabato sera alla Resega, mentre in riva al Maggiore si concluderà Jazz Ascona. Il 6 luglio a Mendrisio si apriranno i due week­end di Estival, chiusi da Renzo Arbore in Piazza Riforma. Il 10 luglio a Locarno Moon & Stars aprirà le sue piazze, quella Grande e quella Piccola (dove i concerti sono liberi). Intanto dal 6 luglio Magic Blues inizierà il suo viaggio fra le piazze della Vallemaggia, dove si potrà ascoltare pure la novità CoreLeoni (Leo). A Bellinzona dal 5 luglio sono di casa le musiche popolari con Slow Music, a fine mese con Castle on Air arriveranno Goran Bregovic, Roberto Vecchioni e i Gotthard, mentre il 31 ecco il trap di Sfera Ebbasta. Per chi coltiva altri gusti, ci sono già i concerti di Ceresio Estate e di Ticino Musica, quelli del Sobrio Festival a luglio oppure ancora ad agosto le mai banali scoperte musicali e nel territorio della Via Lattea. Sempre ad agosto tornerà a Lugano Blues to Bop, mentre per chi preferisce gli open air più discosti in Riviera ci saranno gli Alto Voltaggio.

Non ci inoltriamo nel fitto programma di concerti, incontri, letture, spettacoli, work­shop e giochi per pubblici di ogni età proposto dal Long Lake Festival a Lugano. Dal 10 al 14 luglio a Bellinzona Territori porterà un po’ di teatro internazionale, come la Marilyn Monroe rivista da Lucilla Giagnoni, ma pure il concerto della Bandakadabra e l’incontro con Andrea Fazioli. A metà luglio ripartirà poi la stagione del Teatro Dimitri, che il 27 ospita il “genio comico” di Tomáš Kubínek e in agosto le follie circensi di David Dimitri. Prima del Festival a Locarno, non mancheranno le occasioni per andare al cinema all’aperto, come con la tournée Raiffeisen che dal 20 luglio attraverserà il Ticino, o a Vira a fine mese oppure ancora già dal 4 luglio con le proiezioni curate da Helvetas in parchi e lidi del Sottoceneri. Dopo il Festival, contiamo come sempre sulle proiezioni di Pardo al Parco a Lugano. Per altro, durante il Festival, nel contenitore locarnese il cinema (in sala e in Piazza) sarà solo uno dei contenuti: fra le altre cose ancora tanti concerti, come alla Rotonda o nel Garden allestito nel parco Balli.

Nell’afa estiva, un rifugio accogliente (e interessante) possono essere i musei. Come Casa Rusca a Locarno, che riunisce due volti complementari della cultura ticinese in due mostre: quella dedicata al sacro di Mario Botta e quella sull’arte contemporanea di Alex Dorici. Al Masi a Lugano gli scatti dal mondo di Balthasar Burkhard, mentre a Villa dei Cedri a Bellinzona si apre un varco sull’arte del secondo Novecento con la bella mostra consacrata a Burri, Fontana, Afro e Capogrossi. Restando nella modernità, al m.a.x. museo a Chiasso si può scoprire il design di Achille Castiglioni. In estate, però, l’arte la si può godere anche en plein air, come con la mostra di scultura all’aperto di Vira Gambarogno che festeggia 50 anni con le opere di artisti come Giovanni Genucchi o Max Weiss; oppure con Open Art che aprirà a fine luglio a Roveredo in Mesolcina.
Quella proposta è solo una sintesi di quanto accadrà nei prossimi due mesi. Per il dettaglio, giorno per giorno, si consiglia di vivere l’estate a fondo.

© Regiopress, All rights reserved