laRegione
ora-solare-il-benessere-sessuale-e-a-rischio
Scienze
25.10.2020 - 08:490

Ora solare: il benessere sessuale è a rischio

Sfasamento tra ritmo sonno-veglia e ‘orologio’ biologico, come il jet lag dei ritmi circadiani, che può favorire la disfunzione erettile

Il passaggio all'ora solare determina uno sfasamento tra ritmo sonno-veglia e "orologio" biologico, con una desincronizzazione simile al jet lag dei ritmi circadiani, che può favorire la disfunzione erettile. Il calo del desiderio viene inoltre peggiorato dall'ansia da Covid che stiamo vivendo. Lo sottolineano gli esperti della Società Italiana di Andrologia Sia. "Anche l'attività dell'apparato riproduttivo maschile segue una ciclicità nell'arco delle 24 ore, governata dalle oscillazioni nella produzione del principale ormone maschile, il testosterone, che di norma viene sintetizzato in maggior quantità al mattino e prodotto in minor misura alla sera. Quando i ritmi sballano il testosterone si riduce significativamente e l'attività sessuale ne fa le spese, così l'arrivo dell'ora solare sommandosi all'ansia legata alla pandemia moltiplica i disturbi del sonno e il desiderio diminuisce", afferma Tommaso Cai, segretario della Società Italiana di Andrologia.

Lo confermano i risultati di uno studio statunitense, pubblicato sul Journal of Sexual Medicine, e discusso da poco su Nature.com. I dati raccolti dai ricercatori americani su oltre 700 pazienti, dimostrano che il lavoro con turni di notte comporta uno squilibrio dell'orologio biologico e provoca anche un maggior rischio di disfunzione erettile, associato ad alterazioni nella produzione di testosterone, osserva Cai. Inoltre, lo studio conferma che la disfunzione erettile può essere la prima 'spia' di patologie sistemiche di varia natura, in questo caso i disturbi del sonno e le alterazioni circadiane.

"Non dobbiamo dimenticare che il benessere sessuale in generale è il risultato di un intero sistema che funziona seguendo una precisa sincronia fra i diversi organi - aggiunge Alessandro Palmieri, presidente SIA e Professore di Urologia Università Federico II di Napoli -. Se un ingranaggio si inceppa o non lavora bene, il primo a risentirne è proprio il benessere sessuale. Ecco perché il deficit erettile può essere per esempio il primo segnale di malattie cardiovascolari e può precedere di anni eventi gravi come infarti e ictus. Il testosterone, nello specifico, è fondamentale per una buona erezione e prevenire malattie cardiovascolari e osteoporosi: mantenere il ritmo della produzione ormonale è indispensabile, per questo un buon ritmo sonno-veglia è utile".

© Regiopress, All rights reserved