laRegione
Nuovo abbonamento
L'ultima foto prima del crash (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Culture
Culture
4 ore
Secondo 'Strega' per Sandro Veronesi
Già dato per superfavorito, come nel 2006 lo scrittore toscano sbanca il Premio con 'Il colibrì'
Spettacoli
12 ore
Due produzioni del Lac alla Biennale
‘Bye Bye…’ di Alessio Maria Romano e ‘I Cenci’ di Giorgio Battistelli in scena a Venezia a settembre
Spettacoli
12 ore
Amanda Sandrelli a Chiasso sabato anziché venerdì
Rinviato di un giorno a causa del maltempo ‘Alfonsina y el mar: storia di tango e passioni’, a Chiasso per la rassegna Voci e Not(t)e
Spettacoli
13 ore
Festival, una Locarno 2020 non solo virtuale
Edizione ibrida: oltre all'online vi saranno proiezioni in tre sale, con tanto di "appuntamento al buio" con la direttrice Lili Hinstin
Culture
14 ore
Rsi dopo-Canetta, abbiamo un concorso
Pubblicato il bando per il nuovo direttore della Rsi. Pedrazzini: cerchiamo una persona in grado di guidare l'azienda in tempi difficili
Spettacoli
1 gior
Ascona, tre serate di Jammin’ for New Orleans
Una cinquantina di concerti organizzati da JazzAscona con band ticinesi, svizzere e italiane da giovedì 2 a sabato 4 luglio
Culture
1 gior
Covid-19, da Suisa un aiuto da 1,5 milioni
La società di diritti d'autore ha istituito un fondo per compositori, autori ed editori musicali per compensare le perdite dell'annullamento di eventi
Arte
1 gior
I sei artisti vincitori del Premio culturale Manor 2020
Il riconoscimento a sostegno dei giovani artisti svizzeri è andato anche alla ticinese Marta Margnetti che a novembre esporrà al Masi di Lugano
Spettacoli
1 gior
Da Piazza Grande alla Ssr, il Pardo a casa
Il Locarno film festival porta dodici film, passati negli ultimi anni in Piazza Grande, alla Rsi
Scienze
1 gior
Cern, osservata una nuova particella esotica fatta da 4 quark
La scoperta, che potrebbe aiutare a comprendere la forza che tiene assieme i nuclei degli atomi, effettuata nell'ambito dell'esperimento LHCb
Scienze
12.04.2019 - 08:290

'Israel, we have a problem': è fallito l'allunaggio del Beresheet

Problemi al motore principale per il lander costruito in Israele. Sarebbe stato il primo veicolo privato a toccare il suolo lunare

È fallita ieri sera quella che avrebbe dovuto essere una missione da record: il lander Beresheet costruito in Israele ha avuto problemi al motore principale e a uno dei sistemi di navigazione inerziale. Si ritenterà comunque fra due anni, ha detto il primo ministro di Israele, Benjamin Netanyahu. La manovra che avrebbe dovuto portare all'allunaggio era cominciata alle 21 svizzere e tutto è andato secondo il programma per circa 20 minuti, tanto che Beresheet, il cui nome significa 'in principio' aveva scattato un selfie inquadrando la targa simbolo della sua missione sullo sfondo del suolo lunare. Quando l'allunaggio sembrava ormai vicinissimo, il centro di controllo ha perso i contatti con la sonda, un blackout durato pochi minuti alla fine del quale è stato rilevato un problema al motore principale del lander.

l Mare della (poca) Serenità

"Abbiamo avuto un problema al veicolo. Sfortunatamente non siamo stati in grado di atterrare con successo", ha dichiarato Opher Doron, delle Israel Aerospace Industries. Successivamente sono stati rilevati anche problemi a uno dei sistemi di navigazione inerziale ed è stato il fallimento di quella che avrebbe dovuto essere una missione da record, la prima che avrebbe portato un veicolo privato a toccare il suolo della Luna. Beresheet avrebbe dovuto posarsi nel Mare della Serenità, lo stesso sito nel quale l'11 dicembre 1972 erano arrivata la missione Apollo 17 della Nasa. La missione avrebbe inoltre dovuto fare di Israele il quarto Paese a far atterrare un veicolo sulla Luna dopo Unione Sovietica, Usa e Cina.

Cento milioni di dollari

Il lander è stato costruito in Israele dalla SpaceIL, un'organizzazione no-profit che ha raccolto 100 milioni di dollari grazie a imprenditori, istituti di ricerca, Industrie Aerospaziali Israeliane (Iai) e Agenzia Spaziale Israeliana (Isa). Hanno partecipato anche la Swedish Space Corporation e la Nasa, che ha contribuito con le tecnologie per la comunicazione. Il gruppo Leonardo ha realizzato a Nerviano (Milano) i pannelli solari. Lanciato il 22 febbraio dalla base di Cape Canaveral, in Florida, Beresheet ha percorso più orbite ellittiche intorno alla Terra prima di essere catturato dalla forza di gravità della Luna, il 4 aprile scorso. Sul suolo lunare il lander avrebbe dovuto raccogliere dati su composizione e magnetismo delle rocce lunari. La missione aveva partecipato al concorso Google Lunar X Prize, che nel marzo scorso aveva promesso un milione di dollari a SpaceIL se fosse riuscita nell'impresa. In serata gli sponsor del premio hanno tuttavia annunciato che la SpaceIl avrà comunque il premio per ritentare l'impresa.

Guarda le 3 immagini
© Regiopress, All rights reserved