(foto Keystone)
Scienze
16.01.2019 - 20:000

I robot diventano ambidestri

Sotto la spinta delle aziende, ora i robot riescono ad afferrare oggetti diversi con entrambi i bracci meccanici e senza bisogno di addestramento

Né destri, né mancini, ma ambidestri. Lo sono diventati i robot, sotto la spinta delle sempre maggiori esigenze delle aziende specializzate nell'e-commerce, che ora riescono ad afferrare oggetti molto diversi con entrambi i loro bracci meccanici e senza bisogno di alcun tipo di addestramento.

Il risultato, descritto sulla rivista Science Robotics, si deve al gruppo di Jeffrey Mahler, dell'università della California di Berkeley e potrebbe mettere il turbo al commercio elettronico.

Il cosiddetto 'raccoglitore universale' è rimasto finora una grande sfida per i robot per via delle loro limitazioni nella percezione degli oggetti, dell'ambiente e del controllare la presa. "Qualsiasi pinza da sola non riesce ad afferrare tutti gli oggetti", spiega Mahler. I sistemi robotici usati in molti dei centri per l'e-commerce si affidano a pinze con ventose, che però non riescono ad afferrare tutto. L'approccio provato dai ricercatori californiani è invece compatibile con diversi tipi di pinze e si basa sul meccanismo della ricompensa.

In sostanza, per ogni tipo di pinza, il sistema quantifica la probabilità di successo, decidendo rapidamente quale usare a seconda della situazione. Con questo metodo i due bracci robotici, uno con una pinza con ventosa e l'altro con una pinza a punte parallele, sono riusciti ad afferrare in modo ambidestro giocattoli, bottiglie e altre cose, tirandole fuori da un cumulo di 25 oggetti diversi in un cesto. Tutto questo grazie ad un programma chiamato Dex-Net 4.0, addestrato per massimizzare il successo di raccolta dell'oggetto, poi implementato sul robot, che, guardando gli oggetti nel cesto, ha iniziato a programmare e selezionare la presa migliore e più adatta, e ogni volta che ci riusciva, veniva ricompensato. Lo ha fatto con un'affidabilità del 95%.

Tags
oggetti
robot
pinza
riescono afferrare
bracci
afferrare oggetti
© Regiopress, All rights reserved