Germania
2
Svezia
1
fine
(0-1)
Germania
MONDIALI
2 - 1
fine
0-1
Svezia
0-1
 
 
32'
0-1 TOIVONEN OLA
1-1 REUS MARCO
48'
 
 
 
 
52'
EKDAL ALBIN
BOATENG JEROME
71'
 
 
BOATENG JEROME
82'
 
 
 
 
90'
LARSSON SEBASTIAN
2-1 KROOS TONI
90'
 
 
TOIVONEN OLA 0-1 32'
48' 1-1 REUS MARCO
EKDAL ALBIN 52'
71' BOATENG JEROME
82' BOATENG JEROME
LARSSON SEBASTIAN 90'
90' 2-1 KROOS TONI
Venue: Fisht Olympic Stadium, Sochi.
Turf: Natural.
Capacity: 47,659.
Germany are unbeaten in their past 11 games against Sweden (W6,D5), whose last win came against West Germany in April 1978 (3-1).
The 2 most recent matches between these sides have produced a total of 16 goals, with a 4-4 draw in Germany in October 2012 before Sweden lost 5-3 at home in qualifying for the 2014 World Cup.
Germany have won 3 of their 4 World Cup games against Sweden (in 1934, 1974 & 2006).
Ultimo aggiornamento: 23.06.2018 21:57
Ti-Press
Scienze
13.06.2018 - 17:560

Via Lattea, spuntano tre nuovi pianeti

Due gruppi di astronomi li ha individuati attorno alla stella bambina HD 163296, con una massa due volte il Sole ma un’età di ’soli’ 4 milioni di anni

Scoperti i pianeti più giovani della Via Lattea: formano un trio e sono stati individuati dal radiotelescopio Alma nel disco di gas e polveri del loro sistema planetario in formazione.

I dettagli dei tre giovani inquilini della nostra galassia sono illustrati in due diversi studi pubblicati sulla rivista The Astrophysical Journal Letters.

Due gruppi di astronomi, coordinati da Richard Teague dell’Università americana del Michigan e Christophe Pinte dell’Università Monash in Australia, hanno osservato il trio di pianeti in formazione attorno alla stella bambina HD 163296, con una massa due volte il Sole ma un’età di ’soli’ 4 milioni di anni, che si trova a circa 330 anni luce dalla Terra in direzione della costellazione del Sagittario.

La scoperta è basata sul radiotelescopio Alma (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array) ed è frutto di una nuova tecnica che permette di cogliere nei dischi di gas e polveri minime anomalie legate alla formazione di pianeti, come segnali emessi dal monossido di carbonio a lunghezze d’onda tra l’infrarosso e le onde radio che possono essere captate da Alma.

"Nonostante siano già circa 4.000 i pianeti esterni al sistema solare scoperti – hanno spiegato gli autori – è raro trovarne alcuni appena formati". Il gruppo guidato da Teague ha osservato due dei tre pianeti, a circa 80 e 140 unità astronomiche dalla stella madre, cioè 80 e 140 volte la distanza media tra la Terra e il Sole, pari a circa 150 milioni di chilometri.

L’altro gruppo ha invece scovato il terzo pianeta a circa 260 unità astronomiche. I tre pianeti, secondo i primi calcoli, avrebbero una massa simile a quella di Giove. "Queste ricerche – hanno concluso gli autori – ci aiuteranno a capire meglio come si sono formati anche i pianeti del nostro Sistema Solare".

Tags
pianeti
via lattea
lattea
alma
sole
massa
stella
sistema
formazione
© Regiopress, All rights reserved