laRegione
Nuovo abbonamento
sanremo-parte-seconda-perdere-l-amore-e-il-sonno
Massimo Ranieri e Tiziano Ferro (Areafoto.Si)
ULTIME NOTIZIE Culture
Culture
8 ore

Brevi cronache notturne, tra territori e poesia

Microcosmi: sguardi sulle cose che cambiano, nel territorio e nelle persone, tra passato, presente e futuro
Spettacoli
8 ore

Da Brahms a Morricone, le musiche del sestetto Linz

Intervista a Nikolay Shugaev, violoncellista e fondatore dell’ensemble in concerto sabato a Gentilino
Locarno 2020
11 ore

Donne, voi siete il cinema

'Made in Bangladesh' della regista Rubaiyat Hossain, prodotto grazie agli Open Doors. E poi 'Aparisyon' di Isabel Sandoval. Peccato che online non fiocchino gli applausi.
Locarno 2020
11 ore

La malinconia della vita cavalca i pardi

Ci si alza con un ghiacciaio che frana nelle Alpi, con una pandemia senza spiragli, con la Beirut distrutta: cosa deve fare allora chi scrive con il cinema? 
Società
14 ore

Raccontò gli abusi su Netflix: Daisy Coleman si è uccisa

Nel 2016, in ‘Audrie & Daisy’, il destino oggi perfettamente identico di due vittime di stupro: “Mi credevo invincibile. Era un pensiero stupido”.
Classica
14 ore

Settimane Musicali, la tre giorni di 'Piemontesi & Friends'

Versione Covid-compatibile ricca di stelle, dal 18 al 20 settembre nella chiesa del Papio di Ascona
Spettacoli
19 ore

Una storia d’amore di fine regime ai Secret Screening

La seconda proiezione segreta della direttrice artistica è una prima mondiale: ‘Walden’ di Bojena Horackova
Culture
1 gior

Il giro del mondo dei Pardi di domani

CInque cortometraggi per trovare il cinema in questa insolita edizione del Festival di Locarno
Locarno 2020
2 gior

E Marcello Mastroianni chiese a Franco Piavoli...

A colloquio con l'attore Primo Gaburri, nella Locarno che l'applaudì nel 2002 in un film profetico: 'Sì, in anticipo sull'emergenza migranti offre una soluzione'.
Scienze
2 gior

Svelato mistero rettile con supercollo del Monte San Giorgio

Il tanistrofeo, trovato come fossile sul Monte San Giorgio, era un animale acquatico: è la conclusione cui giunge una ricerca dell'Università di Zurigo
Culture
2 gior

Covid-19, la crisi colpisce i musei statunitensi

Buchi milionari nei bilanci e forti tagli al personale per le più importanti istituzioni museali degli Usa
Scienze
2 gior

Il coronavirus si trasmetterebbe poco nelle scuole

La conferma arriva da una ricerca pubblicata sulla rivista The Lancet Child and Adolescent Health. Lo studio è stato svolto in Australia
Sanremo
06.02.2020 - 02:150

Sanremo parte seconda, perdere l’amore e il sonno

Francesco Gabbani, alle due di notte, guida la classifica provvisoria (ma hanno votato solo in trecento). Nel duetto tra Massimi Ranieri, vince l'originale.

Il ‘Benvenuti al Settantesimo Festival di Sanremo’ alla seconda serata è al femminile, in linea con l’impostazione dell’intera manifestazione. «Sembro Boris Johnson lampadato» dice Fiorello truccato da Maria De Filippi, gag che è una promessa nata martedì («Se facciamo risultato mi vesto come lei») e che funziona («Ringrazio Fincantieri per le scarpe»). Funziona ancor più quando la vera signora della tv privata telefona in diretta, e Rosario la interpreta con il labiale.

Mannaggia la Demoscopica

La giuria demoscopica manda in semifinale l’orrore sonoro ‘Per sentirmi vivo’ di Fasma, nomen omen con la ‘F’ davanti, ai danni di Martinelli e Lula che cantano dell’Ilva (‘Il gigante d’acciaio’). La demoscopica esclude anche il bresciano Matteo Faustini, ma le radio risarciranno la sua ‘Nel bene e nel male’. Va avanti Marco Sentieri che canta di bullismo in ‘Billy Blu’.

Dieci buoni motivi

La seconda serata, in dieci momenti da ricordare:
(1) La sala (le sale, già era avvenuto in sede di conferenza stampa) che ricorda il compleanno di Frizzi, che cade oggi. Amadeus: «Se Fabrizio ci fosse ancora, questo settantesimo Festival l’avrebbe presentato lui».
(2) ‘La classica canzone di Sanremo’, omaggio al melodico italiano di Fiorello con leggero ritardo su ‘Vincere l’odio’ degli Elii.
(3) Emma D'Aquino e Laura Chimenti donne giornaliste risarciscono da Diletta Leotta.
(4) Mugugni in sala stampa all’annuncio di Elettra Lamborghini.
(5) Quel simpaticone di Novak Djokovic che canta ‘Terra promessa’.
(6) Sabrina Salerno vestita da Uomo Ragno.
(7) ‘Perdere l’amore’, Massimo Ranieri che duetta con Tiziano Ferro mettendolo knock-down per manifesta superiorità (ma gli concede di chiamarlo «papà»).
(8) Tosca che canta ‘Ho amato tutto’ e che dà un senso al tutto.
(9) ‘Io sto con Paolo’, il malato di Sla Paolo Palumbo che fa musica con gli occhi e con un testo che include commovente autoironia (“Scusatemi la voce da casello autostradale”).
(10) I Ricchi e Poveri riuniti «che non si lasceranno più», in una delle frasi alla Mike Bongiorno di Amadeus, dopo un lungo set chiuso da ‘Mamma Maria’.
 
Yawnnn...
 
Zucchero arriva dalla sala. Apre con ‘Spirito nel buio’ (che pare un po’ ‘Vincenzo io ti ammazzerò’, ma forse la risposta è nel gospel) e se ne esce con ‘Solo una sana consapevole libidine’ con voce e batteria davanti a tutto e tutti: le sue sono le vere Vibrazioni, giù per le fondamenta del teatro, in esibizione fondamentale.

In una scaletta che è “contro i diritti umani” (cit. Herbert Cioffi), perché la gara è spezzata ad libitum, privata di ritmo, Francesco Gabbani canta a mezzanotte e venti minuti e l’entourage è irritato (e ‘Viceversa’). Poi Rancore che con ‘Eden’ e Giordana Angi (‘Come mia madre’), che finisce di cantare all’una e ventuno minuti. Chiude Michele 'Wonder' Zarrillo con gorgheggi vari ('Nell'estasi o nel fango').
 
Yawnnnnnn...
 
La classifica della seconda serata:
 
1. Francesco Gabbani
2. Piero Pelù
3. Pinguini Tattici Nucleari
4. Tosca
5. Michele Zarrillo
6. Levante
7. Giordana Angi
8. Paolo Jannacci
9. Enrico Nigiotti
10. Elettra Lamborghini
11. Rancore
12. Junior Cally
 
La classifica generale dopo le prime due serate
 
1. Francesco Gabbani
2. Le Vibrazioni
3. Piero Pelù
4. Pinguini Tattici Nucleari
5. Elodie
6. Diodato
7. Irene Grandi
8. Tosca
9. Michele Zarrillo
10. Levante
11. Marco Masini
12. Alberto Urso
13. Giordana Angi
14. Raphael Gualazzi
15. Anastasio
16. Paolo. Jannacci
17. Achille Lauro
18. Enrico Nigiotti
19. Rita Pavone
20. Riki
21. Elettra Lamborghini
22. Rancore
23. Bugo e Morgan
24. Junior Cally
 
Stamattina, su www.laregione.ch, le pagelle della seconda serata. Il Festival di Sanremo si congeda “come di consueto, sempre di notte, sempre sottovoce, un modo per capire, per capirsi e forse anche per capirci” (Gigi Marzullo, 1953-vivente).

© Regiopress, All rights reserved