ULTIME NOTIZIE Culture
Culture
2 ore

Sgarbi: ‘Il logo Bergamo-Brescia è di insolente bruttezza’

Il sottosegretario contro la grafica delle capitali della Cultura: ‘Un particolare di un dipinto di Caravaggio sarebbe stato più rappresentativo’
Scienze
3 ore

Non tutti sono prede facili: c’è fagiano e fagiano

Uno studio condotto in Gran Bretagna ha permesso di evidenziare significative differenze di memoria tra un esemplare e l’altro
Arte
11 ore

Il Museo etnografico apre le sue Finestre sull’arte

Il volume edito da Salvioni, con oltre cinquanta schede, racconta il patrimonio artistico dalla Valle di Muggio alla Val Mara, dall’epoca romana a oggi
L’intervista
15 ore

Si alza forte ‘Il suono della guerra’

Un imponente resoconto di come la musica possa scendere in trincea e il conflitto possa ‘comporre’ musica: con Carlo Piccardi tra le pagine del suo libro
Arte
1 gior

Michel Houellebecq protagonista di un corto a luci rosse

Il collettivo Kirac, specializzato in video ‘controversi’, riprende lo scrittore francese nudo mentre viene baciato. A marzo la pubblicazione.
Culture
1 gior

Il concerto ‘scomodo’ del pianista ucraino, l’Osi lo sostituisce

L’esclusione di Alexander Romanovsky sarebbe riconducibile a un video col violinista Lundstream, per i media britannici sostenitore di Putin
Arte
1 gior

‘Amore e Psiche stanti’ del Canova venduti per oltre un milione

L’opera della collezione di Veneto Banca, del valore stimato in un paio di centinaia di migliaia di euro, è stata battuta all’asta per una cifra record
SALUTE
1 gior

L’Irb e gli anticorpi che ‘placcano’ il coronavirus

Agiscono sulle parti che non mutano, aprendo nuove prospettive non solo contro il Covid
29.11.2022 - 12:33
Aggiornamento: 14:43

Ritrovate oltre 4’000 pagine di appunti da lezioni di Hegel

Le trascrizioni furono effettuate da uno dei primi studenti del filosofo tedesco all’Università di Heidelberg

AdnKronos, a cura di Red.Web
ritrovate-oltre-4-000-pagine-di-appunti-da-lezioni-di-hegel
Di Jakob Schlesinger - anagoria, Pubblico dominio

Un tesoro di oltre quattromila pagine di appunti delle lezioni e delle conferenze del filosofo tedesco Georg Wilhelm Friedrich Hegel (1770-1831) è tornato alla luce, dopo quasi 200 anni, nella biblioteca diocesana dell’Arcivescovado di Monaco di Baviera e Frisinga. I documenti manoscritti, che non sono mai stati analizzati prima, aprono nuovi approcci al pensiero di colui che è considerato il più importante rappresentante dell’idealismo tedesco: contengono, tra l’altro, ampie riflessioni sul tema della libertà, sulla religione e sull’arte. L’annuncio è stato dato con un comunicato dall’ufficio stampa dell’Arcidiocesi e la stampa tedesca riportando la notizia parla della "scoperta filosofica del secolo".

A fare la scoperta è stato Klaus Vieweg, professore di storia della filosofia dell’Università ‘Friedrich Schiller’ di Jena, biografo e ricercatore di Hegel, che si è imbattuto in cinque scatole d’archivio nella biblioteca diocesana con cartelle e documenti scritti a mano. "Da quasi due secoli i ricercatori non esaminavano queste carte da vicino. Ho fatto una scoperta eccezionale: così sorprendente e fortunata capita probabilmente una sola volta nella vita ed è paragonabile alla scoperta di una nuova partitura di Mozart", ha commentato entusiasta Klaus Vieweg.

I manoscritti consentono di comprendere il filosofare di Hegel come un "work in progress". Le trascrizioni, che comprendono circa quattromila pagine, furono redatte dallo scrittore e politico cattolico Friedrich Wilhelm Carove (1789-1852), uno dei primi studenti di Hegel all’Università di Heidelberg. I manoscritti farebbero parte del patrimonio lasciato in eredità dal teologo Friedrich Windischmann (1811-1861), cappellano della cattedrale e vicario generale dell’Arcidiocesi di Monaco e Frisinga dal 1846 al 1856. Era figlio del professore di filosofia e medico di Bonn Karl Joseph Hieronymus Windischmann, che era in contatto con Hegel e aveva ricevuto le trascrizioni in dono da Carove.

I manoscritti comprendono quasi tutte le parti dell’architettura enciclopedica di Hegel, compresa la trascrizione, a lungo ricercata, di una conferenza di estetica tenuta a Heidelberg, di cui finora non esistono altre testimonianze.

Le Università di Jena e Bamberga ora daranno inizio alla preparazione dell’edizione delle trascrizioni inedite di Hegel. I testi inclusi in un’edizione completa con il titolo "Caroves Hegel-Mitschriften", nell’ambito di un progetto scientifico che durerà diversi anni. Il progetto scientifico pluriennale sarà diretto dal professore Klaus Vieweg (Università di Jena) e dal professore Christian Illies (Università di Bamberga) con il supporto del ricercatore Marko Fuchs (Università di Bamberga).

© Regiopress, All rights reserved