ULTIME NOTIZIE Culture
RICERCA SOCIALE
33 min

Quella violenza che non guardiamo

Spesso le persone non intervengono quando assistono a un’aggressione, sia essa reale o virtuale. Perché? Una neuroscienziata prova a spiegarcelo.
Nobel per la Letteratura 2022
7 ore

L’autobiografia universale di Annie Ernaux

Il riconoscimento è andato alla scrittrice francese ‘per coraggio e acutezza’ dei suoi libri: indagini cliniche su vita, memoria e scrittura
Musica
10 ore

L’Osi come non l’avete mai vista (anche a pranzo)

Al posto della palestra, ‘Lunch With Osi’, mercoledì 19 ottobre dalle 12.30 alle 13.30 al Lac; e poi, con ‘Back to school’, l’Orchestra entra nelle scuole
Scienze
11 ore

Discorsi d’odio, notizie false, metaversi al Möbius Lugano

Venerdì 14 e sabato 15 ottobre si svolgerà la 26esima edizione dei Premi con una serie di conferenze e dibattiti. Novità: Grand Prix per l’Ai
Archeologia
11 ore

Archeologi egiziani: ‘Londra restituisca la Stele di Rosetta’

Una petizione su internet ha raccolto finora 2’500 firme e punta più che altro a ‘spiegare agli egiziani cosa è stato loro sottratto’
Spazio Elle
14 ore

Carovana091, frequenze sempre più libere

Musica improvvisata e sperimentale, da domenica 9 ottobre a Locarno
Culture
16 ore

Annie Ernaux riceve il Nobel per la Letteratura

L’ambito riconoscimento è stato conferito alla scrittrice francese ‘per il coraggio e l’acutezza’ delle sue opere
Culture
17 ore

Massimo Daviddi presenta ‘Il volto di Pasolini’

Nuove poesie nel volume edito da La Vita Felice, che verrà presentato alla libreria Dal libraio di Mendrisio sabato 8 ottobre dalle 16.30
12.08.2022 - 18:38
Aggiornamento: 19:05

Arzo, un ciclo d’incontri accompagna il Festival di narrazione

Big Data, stereotipi, frontiera e il G8 di Genova. Dal 18 al 21 agosto, parallelamente al Festival, alla Corte dei Miracoli di Arzo

arzo-un-ciclo-d-incontri-accompagna-il-festival-di-narrazione
Dall’incontro dello scorso anno con Mario Perrotta

‘Che basta un colpo di vento per’ è sinonimo di XXII Festival internazionale di narrazione di Arzo, dal 18 al 21 agosto nei paesi di Arzo e Meride, 22esima edizione. A fianco dei numerosi spettacoli e momenti musicali, la Corte dei Miracoli di Arzo ospita un ciclo d’incontri aperti al pubblico incentrati su alcune delle tematiche portate in scena. Il primo è ‘L’era dei Big Data: incognite e possibilità’, in programma venerdì 19 agosto alle 18.30, con Laura Curino – che torna al Festival con un lavoro che mette in campo una prospettiva critica sullo sviluppo tecnologico – in dialogo con Roberta Carpani, studiosa e docente di Storia del Teatro e dello Spettacolo presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Sabato 20 agosto alle 14, ‘Un gesto di cura che parte dall’infanzia. Per una narrazione libera da stereotipi’, incontro parte del ‘Festival Narrare senza stereotipi’. A dialogare saranno Cecilia Caleo, specializzata in letteratura per l’infanzia e l’adolescenza, Rossella di Benedetto, dottora di ricerca in Filosofia del Diritto, formatrice e socia di ‘Scosse’; l’attrice Irene Serini, che da anni conduce un’indagine su identità di genere e sessualità, e la compagnia Maniaci d’Amore, presente al festival con uno spettacolo che porta in scena e smaschera alcuni risvolti del pensiero maschilista. Sempre sabato, alle 16, ‘Vasi comunicanti – racconti dalla frontiera’, presentazione del libro a cura di Karakorum Teatro, transitata sul territorio di Arzo, Besazio, Clivio, Saltrio e Tremona per portare a termine una tappa di Vasi Comunicanti, un più ampio progetto di ricerca sulle frontiere, creato in collaborazione con gli abitanti. Da questi incontri ha avuto origine il libro. Modera l’incontro Mario Bianchi, direttore della rivista online Eolo-Ragazzi e collaboratore delle riviste Hystrio e Krapp’s Last Post.

Domenica 21 agosto alle 14, ‘Mario è l’anagramma di amori’, incontro tra la docente Raffaella Colombo e l’attrice Irene Serini sullo scrittore e attivista italiano Mario Mieli. Il ciclo d’incontri si chiudono sempre domenica, alle 16, con l’appuntamento ‘Il G8 vent’anni dopo’. Partendo dalla presenza della compagnia Usine Baug – al Festival con ‘Topi’, spettacolo che porta in scena i dolorosi giorni di Genova – protagonista dell’incontro è Angelica Lepori, sociologa e parlamentare Mps, presente nel capoluogo ligure nei giorni di quel 2001. A moderare l’incontro sarà l’avvocato e Presidente del Festival, Marco Mona (www.festivaldinarrazione.ch).

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved