cantiere-della-gioventu-1971-2021-un-ricordo-a-casa-rusca
‘L’invito è rivolto a chi c’era, a chi avrebbe voluto esserci, ma soprattutto ai giovani’
26.05.2022 - 09:09
Aggiornamento: 14:34

‘Cantiere della gioventù 1971-2021’ un ricordo a Casa Rusca

A 51 anni dal suo esperimento, tra spunti musicali e parlati, domenica 29 maggio dalle 14 alle 18 a Locarno un incontro/dibattito

"L’invito è rivolto a chi c’era, a chi avrebbe voluto esserci, ma soprattutto ai giovani per riprendere lo spirito e la genialità dell’impresa d’allora". Si presenta così l’incontro/dibattito ‘Cantiere della gioventù 1971-2021’, evento in programma ai Giardini Rusca di Locarno domenica 29 maggio dalle 14 alle 18, che tra spunti musicali e parlati si concentra sul Cantiere della gioventù, a 51 anni dal suo esperimento.

Era il 24 aprile del 1971 quando nei Giardini Rusca a Locarno vide la luce il primo centro autogestito del Ticino, consistente in una costruzione centrale, detta Forum, con circa 350 posti a sedere dove si proiettarono film e documentari, si diede vita a dibattiti e spazio alla musica live di gruppi emergenti dell’epoca e altre iniziative. Tutt’attorno alla discoteca, alcuni tendoni militari per i vari atelier di espressione artistica, un parco Robinson e un bar. Malgrado la rapida demolizione, da questa avventura germinarono e nacquero progetti come ‘Cès’ sui Monti di Chironico, il Parco Robinson a Locarno o la marcia per la pace e la conferenza con Danilo Dolci.

Domenica, oltre alla discussione, vi sarà musica con Donatello Rossini, Elias Bertini, Camila Koller, Jude Rigby e Zoe Beretta.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cantiere gioventù casa rusca locarno
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved