Ajoie
1
Lugano
2
1. tempo
(1-2)
Zugo
0
Bienne
0
1. tempo
(0-0)
Ginevra
2
Losanna
1
1. tempo
(2-1)
Friborgo
1
Berna
1
1. tempo
(1-1)
Langnau
0
Lakers
0
1. tempo
(0-0)
Zurigo
3
Davos
0
1. tempo
(3-0)
Langenthal
1
Olten
0
1. tempo
(1-0)
Ticino Rockets
1
GCK Lions
2
1. tempo
(1-2)
dalla-mostra-al-romanzo-da-real-bodies-a-guasti
‘Body World’, Londra 2018 (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Culture
Spettacoli
24 min

Eurovision, il 25 gennaio il sorteggio delle semifinali

Passaggio di testimone fra Rotterdam e Torino e composizione del cartellone delle prime due serate, che vedranno 36 Paesi competere in due semifinali
Culture
29 min

‘Nelle vene della terra’ con Martignoni rinviato in primavera

Tratto dalla coreografia di Tiziana Arnaboldi, con le poesie di Alberto Nessi, era previsto per domenica 23 gennaio alle 17
Culture
37 min

Posizionarsi nella giungla digitale e produrre un podcast

È il titolo del corso organizzato da A*dS - Autrici ed autori della Svizzera, destinato a scrittori e operatori del mondo dell’editoria (e non solo)
Scienze
2 ore

Vaccini, se gli effetti indesiderati sono un placebo

Secondo uno studio molte delle reazioni avverse sono dovute all’effetto nocebo. Un’occasione per affrontare l’esitazione vaccinale
Scienze
1 gior

Scoperto il primo pianeta ovale come una palla da rugby

’Scovato’ grazie al satellite Cheops dell’Esa. Si chiama Wasp-103b, è a 1’800 anni luce da noi e compie un’orbita in meno di un giorno.
Culture
1 gior

Sostegno alla cultura, rinnovati gli accordi triennali

Prolungato li sostegno per il periodo 2022-24 per le associazioni culturali attive nei sei principali comuni e per i Circoli del cinema
Culture
1 gior

‘Traditi da ebrei’, disse Otto Frank: un libro lo conferma

Il padre di Anna lo affermò nel 1948. In ‘Chi ha tradito Anne Frank’ di Rosemary Sullivan, l’indagine che ha portato a questa conclusione
Covid e cultura
1 gior

Scuole musica e federazione bandistica chiedono deroga al Decs

Nella lettera indirizzata a Manuele Bertoli ‘l’inaccettabile discriminazione tra giovani ticinesi impegnati nella formazione musicale e coetanei svizzeri’
Cinema Teatro Chiasso
1 gior

Massimo Lopez & Tullio Solenghi Show: si recupera il 10 aprile

Riprogrammato il concerto con i due mattatori annullato lo scorso 8 gennaio
Cinema
1 gior

Visions du Réel, Marco Bellocchio ospite d’onore

L’omaggio di Nyon al regista, sceneggiatore e produttore italiano prevede una retrospettiva e la presentazione di un nuovo documentario.
28.11.2021 - 15:130
Aggiornamento : 16:03

Dalla mostra al romanzo, da ‘Real bodies’ a ‘Guasti’

‘Real bodies, i corpi del mistero’, mostra a Lugano dal 16.12, è lo spunto per la lettura del romanzo di Giorgia Tribuiani, nato da un’analoga esposizione

L’esposizione ‘Real bodies’ è un’eccellente occasione per segnalare il romanzo ‘Guasti’ (Voland, Roma, 2017) di Giorgia Tribuiani che, prendendo spunto da una mostra analoga, porta il lettore a confrontarsi con dilemmi che vanno oltre la scabrosità dell’esibizione di corpi umani la cui provenienza è piuttosto discussa.

La protagonista di Guasti, infatti, per un mese intero visita, giorno dopo giorno, la mostra ‘Body World’, tra le cui opere si trova il corpo plastinato del suo compagno. Questi era stato un celebre artista, che aveva esposto le proprie fotografie nei musei del mondo intero; morendo, aveva espresso la volontà di divenire lui stesso un’opera d’arte nelle mani del dottor Tulp, l’anatomopatologo che trasforma i corpi umani in opere.

Giada, la narratrice, si trova pertanto nell’impossibilità di prendere congedo dal proprio amato, di elaborare il lutto e ricominciare a vivere. Passa allora le sue giornate davanti al simulacro del suo uomo e, in una sorta di diario, raccoglie ricordi, emozioni e riflessioni che vertono su questioni universali e astratte, come il senso della vita, della morte, dell’arte, e nel contempo si interroga sulla sua stessa vicenda esistenziale, entrando così in un vortice senza fondo: per quali ragioni un individuo cede il proprio corpo all’arte? Fino a che punto è un diritto individuale disporre del proprio corpo, soprattutto nei confronti della persona che lo ha amato e accompagnato quasi per una vita?

Ecco allora che anche la relazione di coppia è indagata secondo nuovi punti di vista: Giada, tra orrore e commozione, sonda le ragioni per cui non sa staccarsi dalla visione del suo compagno trasformato in oggetto artistico e allinea ricordi e prospettive inedite sulla propria vita: rilegge il proprio amore incondizionato e la dedizione al compagno, il ruolo suo di modella, quasi di comparsa accanto a una celebrità, finendo col vedere tutta la propria vita precedente sotto nuova luce.

Il lettore si trova così coinvolto nella ridda di sentimenti che travolgono la protagonista: amore, disperazione, rabbia, ansia, recriminazione, gelosia nei confronti di chi, in un certo modo, si insinua in quella che lei ancora percepisce come un’intimità fisica con il corpo del suo uomo.

La narrazione avviene in una prosa coinvolgente che genera una sorta di accelerazione nell’arco dei trenta capitoletti, numerati in un conto alla rovescia verso la decisione che sarà risolutiva per Giada (e che, ovviamente, non rivelerò); questa prende forma e matura grazie agli incontri che avvengono nello spazio temporale e fisico della mostra: nominerò qui solo il “vigilante del piano di sotto”, una figura tanto enigmatica quanto fondamentale; poi i visitatori, le cui reazioni di fronte agli oggetti esposti sono all’origine della scoperta di scorci sempre nuovi sulla realtà esposta, e infine, naturalmente, i giornalisti e i critici d’arte, fino al collezionista, il cui ruolo – quasi necessariamente – mette a nudo la conflittualità insita nei sentimenti di Giada.

Il lettore si trova in tal modo a seguire un percorso che, partendo da una mostra dalle caratteristiche tanto torbide quanto provocatorie, induce a riflettere attorno a questioni profondamente umane.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved