carine-bachmann-alla-guida-dell-ufficio-federale-della-cultura
Keystone
Carine Bachmann
Culture
24.11.2021 - 16:000
Aggiornamento : 17:53

Carine Bachmann alla guida dell’Ufficio federale della cultura

Nominata oggi dal Consiglio federale, sostituirà Isabelle Chassot (Alleanza del Centro), eletta al Consiglio degli Stati per il canton Friburgo

Carine Bachmann, attualmente alla guida del Dipartimento della cultura e della transizione digitale della Città di Ginevra per i Verdi, sarà da febbraio la nuova direttrice dell’Ufficio federale della cultura (Ufc). Nominata oggi dal Consiglio federale, sostituirà un’altra donna, Isabelle Chassot (Alleanza del Centro), eletta al Consiglio degli Stati per il canton Friburgo. L’interim, precisa una nota odierna del Dipartimento federale dell’Interno (Dfi), è assicurato dal direttore supplente Yves Fischer.

Carine Bachmann, 54 anni e madre di tre figli, dirige dal 2011 il Dipartimento della cultura e della transizione digitale della Città di Ginevra. In questa funzione sovrintende ai musei, alle biblioteche e al sostegno all’arte della città ed è a capo di 1’400 dipendenti. Stando alla nota, Bachmann conosce molto bene il mondo culturale, politico, associativo e amministrativo e vanta eccellenti competenze gestionali sia a livello nazionale che internazionale.

La futura ‘mente’ dell’Ufc ha iniziato la carriera professionale come programmatrice del Festival internazionale del film, del video e dei nuovi media Viper di Lucerna e come responsabile della comunicazione e addetta ai progetti di varie organizzazioni non governative. Ha inoltre fondato e diretto Cimera, un’organizzazione attiva nella cooperazione e nella promozione della pace nel Caucaso e nell’Asia centrale.

Bilingue francese-tedesco, Carine Bachmann ha conseguito il master in psicologia sociale, scienze del cinema e diritto pubblico internazionale all’Università di Zurigo e il certificato di studi avanzati in economia e diritto all’Istituto di alti studi in amministrazione pubblica di Losanna.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved