losanna-la-cinematheque-suisse-riaccende-i-proiettori
Torna la luce
22.08.2021 - 14:27
Aggiornamento : 14:45

Losanna, la Cinémathèque suisse riaccende i proiettori

Nella programmazione tre retrospettive su Markus Imhoof, Abel Ferrara e Alberto Lattuada, e un omaggio a Ennio Morricone

Torna la luce in sala con i grandi film. La Cinémathèque suisse di Losanna riprenderà la sua regolare programmazione mercoledì, incontrando il pubblico anche al di fuori dalle sue mura con, sabato prossimo, con un film-concerto all'Opera di Losanna, dove saranno proiettate due rappresentazioni di "The Navigator" di Buster Keaton accompagnate dall'Orchestra des Jardins musicaux.

Per il suo ritorno alle attività normali, la Cinémathèque suisse propone tre retrospettive: la prima è dedicata al cineasta zurighese Markus Imhoof, in occasione del suo 80mo compleanno. Saranno proiettati i suoi principali film di fiction e documentari.

Il regista sarà a Losanna il 15 settembre per la proiezione di uno dei suoi film più famosi, "La barca è piena" (Das Boot ist voll), uscito nel 1981, che racconta la storia dei rifugiati durante la Seconda guerra mondiale.

La seconda retrospettiva è dedicata ad Abel Ferrara, uno degli "enfants terribles" del cinema americano: al pubblico saranno proposte pellicole come "The Driller Killier", "Bad Lieutenant", "Snake Eyes", "China Girl" o "Mary". La Cineteca proporrà anche l'anteprima di "Siberia".

I grandi classici debitori a Morricone

Organizzata in collaborazione con il Festival di Locarno, la terza retrospettiva è dedicata ad Alberto Lattuada, figura relativamente sconosciuta del neorealismo italiano.

A metà settembre, la Cineteca renderà anche omaggio al famoso compositore italiano Ennio Morricone, morto la scorsa estate. Alcuni grandi classici – "Gli intoccabili", "Il buono, il brutto e il cattivo", "C'era una volta in America" e "Il clan dei siciliani" – saranno proiettati nell'ambito del Festival Tourne-Films di Losanna.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved