i-bambini-del-mondo-disegnano-il-loro-patrimonio-culturale
Un disegno dal Venezuela
ULTIME NOTIZIE Culture
Culture
7 ore

Teatro Sociale ’21-’22, è tempo di ripartire ‘Insieme’

Dal prossimo 25 settembre a maggio 2022, con ‘regole certe’. A colloquio con Gianfranco Helbling, direttore artistico
Società
8 ore

TikTok in Cina limita l’uso ai bambini sotto i 14 anni

È la prima azienda di video nel settore ad avere questi limiti. Nel 2019, Douyin aveva già iniziato a sperimentare ‘misure anti-dipendenza’
Arte
9 ore

Premi svizzeri d’arte e di design, c’è anche Sonnenstube

Il collettivo itinerante di Lugano è tra i vincitori, nella categoria Critica, edizione e mostre, dei riconoscimenti consegnati durante Art Basel
Streaming
11 ore

‘The Ferragnez - La serie’ su Amazon Prime Video

La quotidianità di Fedez e Chiara Ferragni tra la fine del 2020 e i primi mesi del 2021 in otto episodi in arrivo a dicembre
Arte
12 ore

Nove ‘Picasso’ ceduti alla Francia dalla figlia Maya

Sei dipinti, due sculture e un taccuino appartenuto al gigante della pittura. Le opere saranno presentate integralmente al pubblico a partire da aprile 2022
Spettacoli
18 ore

Agli Emmy Awards trionfano ‘The Crown’ e ‘Ted Lasso’

La saga della Royal Family premiata come migliore serie drammatica, primo riconoscimento nella categoria per Netflix
Musica
1 gior

Esce ‘Outsider’, l’album solista di Roger Taylor dei Queen

Nato durante il lockdown, è dedicato ‘a tutti gli outsider, quelli che si sentono lasciati in disparte’
Cinema
1 gior

A ‘Belfast’ di Kenneth Branagh il Toronto Film Festival

Scritto nelle prime settimane di lockdown, è ‘un ritorno a casa’. Premio del pubblico sezione Midnight Madness alla Palma d’oro di Cannes Titane di Julia Ducournau
Culture
22.07.2021 - 22:000

I bambini del mondo disegnano il loro patrimonio culturale

Sono novecento i disegni esposti virtualmente da martedì scorso. L'iniziativa, in collaborazione con l'Unesco, ha coinvolto bimbi e adolescenti dai quattro continenti

Almeno 900 disegni di bambini e adolescenti delle Americhe, dell'Asia, dell'Africa e dell'Europa su quello che considerano il patrimonio culturale dei loro paesi sono esposti virtualmente, da martedì 20 luglio.

"La cultura è lì per abbattere le frontiere e costruire ponti, e questo è ciò che il progetto ha raggiunto: costruire ponti intercontinentali e intergenerazionali, dove bambini e giovani possono scoprire la ricchezza del loro patrimonio", ha detto all'Ansa l'artista colombiano Kevin Alexander Echeverry.

Il progetto, chiamato "Reconnect with your culture", è stato ideato, progettato e realizzato poco più di un anno fa dall'accademica italiana Olimpia Niglio, esperta di storia dell'architettura e del restauro, e promosso dal centro di ricerca internazionale EdA Esempi di Architettura, in collaborazione con l'Unesco University and Heritage.

Niglio è stata in prima linea in più di cento seminari internazionali, coordinando classi di arte e architettura nelle scuole elementari, organizzando congressi intercontinentali e vari incontri di formazione.

L'iniziativa, seminata e raccolta nelle scuole e nei college di quattro continenti, aveva come fulcro permettere a bambini e ragazzi tra i cinque e i 17 anni di tracciare liberamente quelli che per loro sono gli elementi che compongono il patrimonio culturale delle loro nazioni, dalla gastronomia alla musica, all'architettura.

"In Africa abbiamo trovato un gusto per il dettaglio; in Asia una visione olistica degli esseri umani, il loro contesto, la loro vita; l'America rifletteva un universo di colori, creatività e natura; l'Europa raccontava la sua storia attraverso l'architettura, i materiali e come rappresentare tanti secoli di tradizioni attraverso i suoi monumenti ed edifici", racconta ancora Echeverry. "Le opere sono un riflesso di come ogni cultura, ogni società, comincia a relazionarsi con l'ampio concetto di patrimonio", ha aggiunto l'insegnante d'arte.

La mostra è "visitabile virtualmente" sul sito esempidiarchitettura.it. I visitatori potranno vedere non solo i disegni dei bambini, ma anche le fotografie dei giovani artisti e i processi educativi che hanno portato alla creazione delle loro opere, così come una lista dei nomi di tutti i partecipanti. In poche settimane, un gruppo di valutazione sceglierà le 40 migliori opere da includere in un libro che darà conto del progetto.

Echeverry ha detto che l'iniziativa ha cercato di "dare voce" alle comunità in modo che loro, e non gli esperti, possano parlare e riflettere sui valori del loro patrimonio, che sono unici e irripetibili. "Ciò che questa mostra cerca di generare è una visione panoramica, che ci permette di scoprire le molteplici letture che le comunità di tutto il mondo danno alla stessa parola, patrimonio", ha detto l'artista colombiano, coordinatore del progetto nel suo paese.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved