drive-in-o-itinerante-a-chiasso-e-sempre-cinestate
Il drive-in al Palapenz (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Culture
Culture
52 min

Ci sono ancora biglietti disponibili per Castle On Air

A Castelgrande di Bellinzona i concerti di Sangiovanni, Achille Lauro, Mahmood ed Elisa
Culture
1 ora

Si apre l’Ascona Music Festival con il ‘Duo Cattaneo’

La tredicesima edizione, con un tributo a César Franck, inizia venerdì 8 nella chiesa del Collegio Papio
Arte
1 ora

Ivan Turetskyy a Chiasso per la ricostruzione dell’Ucraina

Opere dell’artista sono esposte al Palazzo municipale, allo Spazio Officina, alla Biblioteca e al m.a.x museo fino al 24 luglio
Culture
1 ora

Mattia Bertoldi presenta ‘Il coraggio di Lilly’ a Bellinzona

Lo scrittore ticinese autore del romanzo storico sarà alla Biblioteca cantonale di Bellinzona martedì 26 luglio alle 18.30
Culture
1 ora

I dialetti e la loro poliedricità con Walter Arnold

‘Chilometro zero’: dialetti, miti, leggende e teatro alla Biblioteca cantonale di Bellinzona venerdì 22 luglio alle 18.30
Arte
1 ora

‘Esci dall’atelier ed entra nel cubo’, il legno in ogni forma

La mostra dell’Associazione svizzera degli scultori del legno prosegue fino al 13 luglio nella Piazza di Palazzo Franscini
Scienze
3 ore

Cern, riacceso il più grande acceleratore di particelle al mondo

A dieci anni dalla scoperta del bosone di Higgs il Large Hadron Collider (Lhc) pronto ad andare ancor più lontano nell’infinitamente piccolo
Spettacoli
4 ore

Novantacinque anni per la ‘Bersagliera’ di Subiaco

Taglia il traguardo delle 95 primavere Gina (Luigia) Lollobrigida, mito intramontabile del grande schermo italiano
Teatro
23 ore

‘Peter Brook ha vissuto il teatro, la sua vita, fino alla fine’

David Dimitri, presidente della Fondazione Dimitri di Verscio: ‘Aveva un’opinione forte e precisa sul teatro, che doveva avere senso e smuovere’
Spettacoli
1 gior

Ceresio Estate, Vittorio Ghielmi con la viola da gamba a Gandria

Il concerto nell’ambito della rassegna estiva si svolgerà domenica 10 luglio, nella chiesa parrocchiale del borgo lacustre
Scienze
1 gior

Evaporazione accelerata per oltre un milione di laghi nel mondo

Non c’è solo la siccità tra le conseguenze del riscaldamento climatico. Annualmente si perdono in media 1’500 chilometri cubi di acqua
Spettacoli
1 gior

Camaleonti in lutto: Cripezzi morto dopo un’esibizione

La storica band italiana perde il cantante e tastierista. Il decesso è avvenuto nella notte, dopo un concerto a Pescara
Teatro
1 gior

Il regista britannico Peter Brook è morto

Fra i maestri della drammaturgia del Novecento, Brook è deceduto all’età di 97 anni a Parigi, dove si era stabilito da metà anni Settanta
Teatro
1 gior

Peter Grimes: ‘Un dramma fatale sul destino dell’uomo’

Il mare tempestoso come metafora e allegoria della vita. L’opera dell’autore britannico Benjamin Britten è di scena al Teatro la Fenice di Venezia
Scienze
1 gior

Vaiolo delle scimmie, riscontrati sintomi atipici

Uno studio ha rivelato che le persone affette dall’attuale epidemia ha accusato meno febbre e più lesioni genitali
Spettacoli
2 gior

Forever Marilyn, il mito della diva tra foto e memorabilia

A sessant’anni dalla sua morte (avvenuta il 4 agosto 1962), a Torino si inaugura oggi una mostra piena di chicche
Spettacoli
2 gior

Per Vasco il bilancio del tour è... ‘Senza parole’

Dopo un tour che in un mese l’ha portato in giro per tutta Italia, il rocker si dice ‘Travolto e stravolto da 701’000 dichiarazioni d’amore’
Incontri
2 gior

Officina Beltrami. Cogliere il rumore del mondo

Intervista all’autore di ‘Il mio nome era 125’ e ‘Cercate Fatima Ribeiro!’, ma anche di tanto altro. Matteo racconta i suoi passi nella narrazione.
Spettacoli
2 gior

Ida Nielsen è ‘una tipa tosta, tostissima’, da bass heavy funk

Carriera personale ed eredità artistica di Prince: a colloquio con la Funk Princess che questa sera sarà sul palco di Ascona con The Funkbots, dalle 23.30
Cinema
08.06.2021 - 20:50
Aggiornamento: 13.06.2021 - 16:23

Drive-in o itinerante, a Chiasso è sempre Cinestate

Dai Pink Floyd a Grease, da Woody Allen a Wonder Woman e un po' di cinema per riflettere, divisi tra Cinequartiere e Proiezioni Grande Velocità.

I chiassesi si mettano il cuore in pace: Svizzera-Italia dovranno guardarsela a casa propria, oppure ospiti di parenti e amici. Così come LongLake Festival Lugano non avrà il suo maxischermo, la stessa sorte toccherà alla «città più a sud della Confederazione» (cit. il sindaco). «La pandemia ci ha fatto perdere del tempo – dice Bruno Arrigoni – ma siamo quasi pronti». Gli appassionati di cinema, a differenza di quelli del calcio, non avranno di che lamentarsi: Cinestate, presentato in Municipio, torna a Chiasso tra il 17 giugno e il 26 di agosto, sempre diviso tra il drive-in dell’Associazione Grande Velocità, con le omonime Proiezioni open air sul piazzale del Palapenz – 17 e 18 giugno, con appendice ‘vintage’ a cura del Municipio il 23, 24 e 25 giugno (titoli seguono) – e il Cinequartiere, il grande schermo itinerante tra Corso San Gottardo (1.7 e 26.8), Piazza Boffalora (15.7), Centro Giovani Quartiere Soldini (23.7), Piazza Municipio (29.7 e 5.8), Pedrinate (12.8 e 19.8). Il totale della più generale proposta estiva lo fa Davide Lurati, capodicastero Sport e tempo libero: «Un programma di qualità e quantità composto di 24 appuntamenti, 5 proiezioni drive-in, 8 ‘classiche’, 6 eventi di ‘Voce e not(t)e’ e 5 edizioni del mercato serale», con l’obiettivo di «offrire momenti di spensieratezza dopo quest’arco di tempo così lungo impostoci dal virus».


Aline d'Auria, Associazione Grande Velocità (Ti-Press)

‘C'è voglia d'incontrarsi, basta teleconferenze’

Spensieratezza, si è detto. Ve n'è anche all'interno della duplice proposta cinematografica contenuta nelle ‘Proiezioni Grande Velocità’ dell'omonima Associazione, con la sua storia di drive-in nato un anno fa al termine della prima ondata pandemica come reazione allo shock da lockdown chiassese. Una soluzione d'emergenza. O meglio, «la nostra forma di resilienza», specifica alla ‘Regione’ la curatrice Aline d’Auria: «Avevamo il dubbio se continuare o meno con questa proposta, ma ci siamo accorti che esisteva una richiesta, sull'onda del successo di un anno fa. Abbiamo quindi deciso di riproporla in una forma diversa: soltanto due date, e con maggior coinvolgimento del pubblico». A cominciare dalla votazione popolare che ha portato ai due titoli in programma, una chiamata alle urne conclusasi domenica 6 giugno che ha deciso per la proiezione di (giovedì 17 giugno) ‘One More Jump’ di Manu Gerosa, co-produzione Rsi e Amka Films, Prix Europa 2020, miglior documentario televisivo europeo dell'anno, storia di parkour e amicizia sulla Striscia di Gaza; e poi, venerdì 18 giugno, ‘La famosa invasione degli orsi in Sicilia’ di Lorenzo Mattotti, film d'animazione del 2019 tratto dal romanzo scritto e illustrato da Dino Buzzati. «I titoli di quest’anno – spiega d'Auria – sono stati proposti da due ‘carte bianche’ dello scorso anno, Gregory Catella (produttore Ssr Srg, ndr) e Alberto Cano (direttore artistico del Lake Como Film Festival e curatore dei Lunedì del Cinema Gloria, ndr), cui si deve una scelta che possa comunque portare a una riflessione».

Insieme alla riflessione, l'intrattenimento: «Viviamo ancora una volta la mancanza di Festate, forse è sottinteso», dice d'Auria. «Per Chiasso, Festate era la festa di una città dalle mille sfaccettature. Rallegriamoci di condividere la stessa collocazione temporale e con l'aver voluto aggiungere la possibilità di ballare, per esempio», e cioè DJ Yeelen e DJ Costa a condurre le danze dalle 19 (proiezione alle 21.15). Ereditati da Festate ci sono anche il cibo siriano ed eritreo di due cucine multietniche e il Murrayfield Pub «presente da sempre». Confermata Radio Gwendalyn che ripropone il suo ‘Adieu Mon Amour’; in arrivo, popcorn e zucchero filato. Il tutto con una piccola indicazione ‘green’: «Nella nostra comunicazione abbiamo suggerito il drive-in in bicicletta, visto che in auto è sì molto divertente, ma anche anti-ecologico». Oltre i cinquanta posti auto, pertanto, ve ne sono altri cento a sedere destinati, questi ultimi, anche alle biciclette. Insomma: difficile che l'anno prossimo, se finalmente saremo tutti ‘liberi’, l'Associazione Grande Velocità si chiuderà di nuovo in auto: «C’è la volontà di uscire, d’incontrarsi, di andare oltre la videoconferenza. Spero che tra un anno gli incontri virtuali diventino nuovamente personali». (www.spaziolampo.tumblr.com).


In piazza (© Cinematografo Ambulante)

Grandi successi (anche musicali)

C'è altra musica che andrà ad aggiungersi a quella del già annunciato ‘Voce e not(t)e’, dentro e fuori il Cinema Teatro. A completamento della formula del drive-in, e sempre nel medesimo luogo, in zona Palapenz va in scena la storia della musica: a partire da ‘Pink Floyd - The Wall’ di Alan Parker (1982), proiettato il 23 giugno; e poi ‘The Blues Brothers’ di John Landis (1980), il giorno dopo; per finire, il 25 giugno, con ‘Grease’ di Randall Kleiser (1978), celebrazione del drive-in e annessi e connessi. L'iscrizione obbligatoria per chi intende seguire i film nel proprio veicolo è allestita su www.chiasso.ch (in caso di cattivo tempo, le proiezioni si spostano alla pista del ghiaccio, senza auto).

Chiudiamo col Cinequartiere, e con i film scelti da Luca Morandini (Il Cinematografo Ambulante), i cui titoli sono da attendersi entro le due settimane che precedono l'inizio della rassegna, il primo luglio in Piazza san Gottardo, fermi restando due o tre ‘vuoti’ per garantire l'effetto sorpresa: «Da qui ad agosto – dice Morandini – le uscite di nuovi film saranno molte e alcuni titoli vorrei conservarli per il gran finale». Di certo, per ora, ci sono il Woody Allen di ‘Rifkin's Festival’ e ‘Wonder Woman 1984’, più alcuni candidati tra Oscar, Golden Globe e David di Donatello. E film ticinesi, «certamente, non mancheranno».

Leggi anche:

Di Dante e altre storie, l’estate del Cinema Teatro di Chiasso

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
chiasso cinequartiere cinestate
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved