laRegione
Nuovo abbonamento
ticino-musica-un-arrivederci-oltre-le-barriere
Golden moment
Musica classica
03.08.2020 - 16:330

Ticino Musica, un arrivederci oltre le barriere

'Un'edizione sorprendente, valorizzata dal fatto di esserci'. Il Festival scorre le sue istantanee, guardando al prossimo anno.

È stato il festival dell'era Covid, delle mascherine, delle distanze, dei concerti open air e degli ingressi contingentati, chiuso giovedì 30 luglio sul palco del Boschetto Parco Ciani dall'ensemble di violoncelli guidato da Giovanni Gnocchi. Ma anche quello dell'entusiasmo del tornare a fare musica d'insieme, e davanti a un pubblico in carne ed ossa. "Un'edizione di Ticino Musica sorprendente, valorizzata in primo luogo dal semplice fatto di esserci" per il direttore artistico Gabor Meszaros. "Guardiamo all’anno prossimo arricchiti da questa esperienza e speranzosi di poter festeggiare degnamente il 25esimo, ripristinando 'Il Barbiere di Siviglia' (saltato quest'anno causa Covid, ndr), riorganizzando l’International Young Composers Academy dal vivo a Lugano ed offrendo un cartellone di eventi e masterclass anche nelle sale consuete, come l’Aula Magna del Conservatorio e il Lac'.

Il Festival scorre le sue istantanee: il battesimo in Piazza Manzoni con il giovane Trio Bellevue; la prima settimana con i grandi maestri – il violinista Marco Rizzi, la violista Corinne Contardo, il violoncellista Giovanni Gnocchi, il chitarrista Pablo Márquez, il fagottista Gabor Meszaros, l’organista Stefano Molardi, ed il pianista Ulrich Koella – in concerto a Lugano, Bellinzona, Ligornetto e nell''espatrio' a Soazza e Mesocco; 'Grandi maestri e giovani promesse' affiancati nella Chiesa di San Carlo Borromeo; il Boschetto parco Ciani, luogo 'eletto' dei concerti, in collaborazione con il LongLake Festival, anche sede – insieme alla Bottega del Pianoforte di Bironico e al Chiosetto di Sorengo – dei giovani talenti ticinesi; la Chiesa Evangelica di Ascona, sede della musica da camera con pianoforte, oltre che del tradizionale 'Musik und Wort/Musica e Parola'.

Parallelamente, il mondo online dell’International Young Composers Academy coordinata da Oscar Bianchi, chiuda col doppio concerto del Quatuor Diotima in streaming da Parigi, davanti a un pubblico di oltre 1'800 spettatori. Nonostante le limitazioni agli spostamenti e il cartellone ridotto, Ticino Musica 2020 ha registrato in totale 79 partecipanti attivi alle masterclass, da 23 diverse nazionalità. Un quarto dalla Svizzera, dodici dal Ticino.

© Regiopress, All rights reserved