cannes-il-rinvio-non-e-piu-un-opzione-valutiamo-forme-nuove
Palais des Festivals (Keystone)
Cinema
14.04.2020 - 20:59
Aggiornamento : 21:14

Cannes: 'Il rinvio non è più un'opzione: valutiamo forme nuove'

Il commento degli organizzatori alla luce del proseguimento del lockdown anunciato dal presidente francese Macron

Ats, a cura de laRegione

"Il rinvio del 73/mo Festival di Cannes, inizialmente considerato per la fine di giugno all'inizio di luglio, non è più un'opzione. È chiaramente difficile presumere che il Festival di Cannes possa svolgersi quest'anno nella sua forma originale" ammettono gli organizzatori del festival ufficialmente, dopo che ieri il presidente Macron ha annunciato il proseguimento del lockdown. Allo stesso tempo il festival non si arrende: "Da ieri sera abbiamo avviato molte discussioni con professionisti, in Francia e all'estero". L'obiettivo è "esplorare tutte le possibilità per realizzare Cannes 2020 in un modo o nell'altro".

Quando la crisi sanitaria, la cui risoluzione rimane la priorità di tutti, passa, "dovremo ribadire e dimostrare l'importanza del cinema e il ruolo che il suo lavoro, gli artisti, i professionisti, i cinema e il loro pubblico svolgono nella nostra vita. È così che contribuiscono il Festival di Cannes, il Marché du Film e le sezioni parallele (Semaine de la Critique, Quinzaine des Réalisateurs, ACID). Ci impegniamo e desideriamo ringraziare tutti coloro che sono al nostro fianco, funzionari pubblici (Municipio di Cannes, Ministero della Cultura, CNC), membri del settore e i nostri partner", si spiega ancora.

L'annuncio si conclude rinviando ogni decisione: "Tutti sanno che molte incertezze continuano a regnare sulla situazione sanitaria internazionale. Speriamo di essere in grado di comunicare tempestivamente in merito alle forme che prenderà questa Cannes 2020".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved