laRegione
Nuovo abbonamento
Il centro Monte Verità (Ti-Press)
Culture
11.11.2019 - 12:450

'Grandi Speranze' agli Eventi letterari Monte Verità

Il festival si terra dal 2 al 5 aprile 2020 ad Ascona e Locarno. 'Sarà l'occasione per riflettere sui passaggi sociali e culturali' e sulle sfide future

"Grandi Speranze". È il tema dell'ottava edizione del festival Eventi letterari Monte Verità, in programma dal 2 al 5 aprile 2020 ad Ascona e Locarno. "Il titolo, Grandi Speranze, prende spunto dal celebre romanzo di Charles Dickens, del quale nel 2020 ricorrono i 150 anni della morte", si legge in un comunicato.

"Sarà l’occasione per riflettere – insieme a illustri ospiti internazionali, scrittori, filosofi, intellettuali e artisti tra i maggiori del nostro tempo – sugli enormi passaggi sociali e culturali che stiamo vivendo e sulla capacità di confrontarci con le prove che il futuro ci chiama ad affrontare, come capita al giovane protagonista di Dickens", precisa la nota.

Si passerà dalle "migrazioni dei popoli alla ricerca di un futuro migliore, al desiderio di una maggiore equità economica nel mondo, dalle improrogabili scelte ambientali alla ricerca di un equilibrio con le nuove tecnologie, che rischiano di stravolgere i rapporti tra le persone e di oscurare l’umanesimo su cui è stata costruita la nostra civiltà. Perché mai come in questa epoca di grande incertezza si sente l’esigenza di nuove 'utopie concrete' – Grandi Speranze appunto – che aiutino ad arginare i nazionalismi, a combattere le nuove forme di povertà e schiavismo, a recuperare l’armonia con l’ambiente e contenere la tecnocrazia dominante".

"Problematiche – prosegue il comunicato – che soprattutto i giovani saranno chiamati ad affrontare. E infatti protagonisti della prossima edizione saranno anche gli studenti delle scuole, dalle elementari all’Università della Svizzera italiana, che avranno tante occasioni per dialogare con gli autori ospiti".

Annunciato anche il "workshop Cenacolo del Monte Verità, che approfondirà il tema coinvolgendo in un clima di ascolto e scambio un gruppo di giovani scrittori provenienti dalle diverse regioni linguistiche della Svizzera, coordinati dal poeta Fabio Pusterla. Il bando di concorso per partecipare al Cenacolo è ora aperto".

Infine, il premio in memoria di Enrico Filippini quest'anno sarà assegnato a "Pietro Biancardi per la casa editrice Iperborea di Milano, particolarmente sensibile alle letterature del Nord Europa".

© Regiopress, All rights reserved